Tenta di violentare quattordicenne, condannato

0

VITERBO – (B.B.) Siamo nel 2008, a Vignanello, di ritorno da una serata fuori, in un famoso locale notturno di Viterbo. Complici l’alcol e l’adrenalina, l’atmosfera è molto calda quando il gruppo di amici, tutti di nazionalità rumena, si mette in macchina.

Giunti sotto casa di uno di loro, si fermano, vengono invitati a salire. Accettano. Tra di loro anche una ragazza di 14 anni.

 

Ancora chiacchiere e risate. Poi la situazione degenera, sfugge di mano. Il gruppo rimane in sala. Il giovane R.F.C., classe ’86, trascina la quattordicenne in camera, chiude a chiave la porta e tenta, secondo l’accusa, di consumare in ogni modo, un rapporto sessuale. La tocca, la palpeggia. “Deve essersi sentito autorizzato ad un tale approccio fisico, a carattere sessuale, essendo riuscito a far salire la ragazza in casa”, ha sottolineato il pm.

 

Una situazione imprevista. Lei non ci sta, si libera dalla presa, esce dalla camera, tenta di fuggire, ma c’è chi la precede. Il ragazzo scende in strada e squarcia, con un coltello, la ruota della macchina del gruppo, per impedirne la fuga.

 

Per fortuna che ci sono gli altri: difendono la ragazza e riarginano la situazione. Ma lei è scossa. E nonostante abbia già avuto rapporti sessuali, la vicenda appena vissuta, la turba a tal punto da confidarsi con le amiche e decidere di sporgere una denuncia per violenza sessuale, privata e palpeggiamenti nei confronti del connazionale.

 

La condanna per l’imputato, con sospensione di pena, giunge nella mattinata di martedì 13 ottobre: 1 anno e due mesi, con interdizione dai pubblici uffici e luoghi frequentati da minori.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.