Nuovo Codice degli appalti pubblici, cosa cambia per il mondo delle costruzioni: il 9 maggio seminario della CNA

1

 

VITERBO – C’è un nuovo Codice degli appalti pubblici con cui dovranno fare i conti tutte le imprese che operano nel settore delle costruzioni. E nei prossimi mesi arriveranno anche i 50 decreti attuativi, oltre alle linee guida a cura dell’Anac. Sarebbe un rebus, se non ci fosse la CNA. Che infatti si è mossa subito per organizzare un seminario sul tema con esperti del settore: se ne parlerà lunedì prossimo, 9 maggio, alle ore 16, a Viterbo, nella sala conferenze della Camera di Commercio.

 

Un appuntamento da non perdere, secondo il presidente di CNA Costruzioni di Viterbo e Civitavecchia, Enio Gentili. Il testo definitivo del nuovo Codice, poco più di 200 articoli, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale appena lo scorso 19 aprile. Lunedì, a illustrare le rilevanti novità introdotte in questa delicata materia, saranno l’avvocato Pierdanilo Melandro, di Itaca (Istituto per l’innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale), e Mario Turco, responsabile nazionale di CNA Costruzioni.

 

Cambierà molto. “Il nuovo Codice degli appalti – dice Gentili – è importante per il futuro delle piccole imprese”. Tra i risultati positivi dell’azione della CNA durante il dibattito in Parlamento, “la possibile riduzione degli importi complessivi degli appalti o la suddivisione in lotti delle gare, che aumentano – continua – le possibilità, per le imprese che rappresentiamo, di partecipare al mercato degli appalti pubblici, così come l’incremento del numero degli operatori economici da invitare alle procedure negoziate senza bando di gara (cinque per i lavori da 40mila a 150mila euro, dieci da 150mila a 1 milione di euro) e il mantenimento del tetto massimo del 30 per cento per tutte le opere subappaltabili”.

 

“E’ dunque importante conoscere il nuovo sistema normativo. Vogliamo altresì informare le imprese su come intendiamo operare nella fase cruciale di passaggio alla nuove norme, considerato che molte di queste necessitano di mirati decreti attuativi per diventare subito applicabili e c’è dunque bisogno – conclude Gentili – di continuare a seguire con grande attenzione i lavori della cabina di regia presso la presidenza del Consiglio e quelli che si svolgeranno all’interno dell’Anac, chiamata a produrre una serie di linee guida”.

 

Info sulla partecipazione (gratuita) al seminario, rivolto agli associati CNA: 0761.2291, www.cnaviterbocivitavecchia.it.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.