Sette giorni dedicati alla riscoperta della Via Francigena

0

Massimiliano Chindemi

VITERBO – Promuovere il territorio attraverso la riscoperta della Via Francigena. Questo l’obiettivo dichiarato dalla Camera di Commercio di Viterbo che, in occasione dell’anno giubilare, proporrà ai turisti e agli appassionati dei Cammini della Fede, la possibilità di poter vivere una settimana lungo la Via Francigena.

Il tutto grazie a un progetto realizzato con il supporto del sistema camerale del Lazio e di 9 Comuni della provincia di Viterbo.

L’iniziativa prevede 7 appuntamenti: 6 saranno dedicati alla percorrenza a piedi delle varie tappe della Via Francigena, mentre l’evento conclusivo culminerà con la presenza dei vari partecipanti all’udienza dal Papa in Vaticano.

La partenza è prevista per giovedì 1° settembre (ore 12.30) con la tappa inaugurale (Proceno-Acquapendente) di 6 km. Il giorno seguente, alle ore 8, i partecipanti partiranno da Acquapendente alla volta di Bolsena, passando per San Lorenzo Nuovo (22,100 Km). La terza tappa, con inizio alle 8.30, prevede la percorrenza del tratto Bolsena-Montefiascone (17,700 km). Il 4 settembre, giorno di Santa Rosa, il cammino riprenderà alle 8 da Montefiascone per giungere a Viterbo (17,900 km), mentre il 5 settembre la tappa si snoderà da Viterbo a Vetralla (18,300 km) con inizio alle ore 8.30. Martedì 6 settembre, infine, via alle ore 8 alla tappa più lunga (23,900) da Vetralla a Sutri, passando per Capranica. Gran finale, come detto in apertura, in programma per mercoledì 7 settembre (ore 7.30) allorché i partecipanti, partendo da Sutri, raggiungeranno piazza San Pietro dopo essere passati per Monterosi.

“Questo progetto incentrato sulla Via Francigena – spiega Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – rappresenta un avvio per la valorizzazione del così detto “turismo lento”, ideale non solo per i pellegrini ma anche per chi è amante della natura e delle eccellenze enogastronomiche, che saranno appositamente promosse all’interno dei vari Comuni della Tuscia toccati dall’evento”.

“Approfittando dell’anno giubilare – aggiunge il segretario generale dell’ente camerale viterbese, Francesco Monzillo – abbiamo pensato a questo progetto per rendere ancor più fruibile la Via Francigena a livello strutturale, non solo attraverso il miglioramento della segnaletica, ma anche e soprattutto attraverso l’integrazione del territorio con le strutture turistiche esistenti lungo il percorso. Oltre a ciò puntiamo a promuovere ancor più lo storico percorso che attraversa la nostra provincia incentivando il lavoro dei tour operator, affinché si muovano sempre più su dei pacchetti incentrati su questo itinerario”.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno presenziato anche i rappresentanti di alcuni Comuni che prenderanno parte attiva all’evento.

Tra questi il sindaco di Sutri Guido Cianti: “La città di Sutri – afferma – è pronta ad accogliere i partecipanti presso il Mitreo e l’anfiteatro. Se riusciremo proveremo a far visitare loro non solo i due suddetti siti ma anche il nostro centro storico”.

Presenti anche il sindaco di Vetralla, Francesco Coppari, il consigliere comunale di Proceno, Valerio Rossi, e l’assessore alla Cultura del Comune di Montefiascone, Fabio Notazio, che ha reso noti alcuni interventi che il Comune falisco porrà in essere in occasione della manifestazione: “Oltre al servizio di assistenza, metteremo a disposizione una navetta per i pellegrini più stanchi, affinché questi possano raggiungere senza problemi la Rocca dei Papi. Oltre a ciò, all’interno dell’enoteca provinciale, i pellegrini verranno omaggiati con prodotti enogastronici locali atti a promuovere al meglio il nostro territorio”.

Ricordiamo che l’iscrizione all’evento, alla cui realizzazione contribuiranno alcuni tour operator e il Club Alpino Italiano, è totalmente gratuita e che la stessa potrà essere inoltrata seguendo le indicazioni presenti sul sito www.tusciawelcome.it.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.