Celebrato a Montefiascone il Trofeo Fiani

0

 

MONTEFIASCONE – Sprezzanti le poco favorevoli condizioni del tempo, in questa terza domenica di settembre, l’Associazione Carabinieri in congedo di Montefiascone, ha voluto ugualmente ricordare il giovane Emanuele Fiani celebrando il quarto trofeo di palla canestro alla Sua memoria, organizzato dai suoi amici più cari, i fratelli Emanuele e Duilio Rocchi.

Fiani apparteneva al settore Corazzieri dell’arma dei Carabinieri ed è venuto a mancare ai suoi famigliari, al padre Elio, alla madre Alida nella giovane età di trentuno anni per una grave malattia, ma, la sua persona, per l’attaccamento al dovere, la serietà profusa nel suo lavoro, e la vera amicizia che dava alle vere persone, è rimasta viva nel ricordo di quanti lo conobbero e di chi, pur non avendolo conosciuto, ne ha sentito parlare.

Oggi, per il quarto anno consecutivo l’Associazione Carabinieri in congedo di Montefiascone, con il supporto dei fratelli Emmanuele e Duilio Rocchi, ha voluto rendergli omaggio facendone memori con una festa caratterizzata d alcuni momenti molto significativi. Nella prima mattinata la partecipazione alla Santa Messa nella basilica di S. Flaviano, quindi l’omaggio floreale sulla sua tomba che si trova nella parte nuova del civico cimitero; nel pomeriggio, presso il palazzetto dello sport alle Fontanelle, con la partecipazione di molta gente e dell’assessore allo sport Paolo Manzi che ha anche partecipato alla premiazione delle formazioni partecipanti, si è tenuto il torneo di Basket, sport sempre amato dal Fiani e nel quale ha militato per lunghi anni. Al torneo hanno partecipato sette squadre; alcune locali, altre provenienti da Viterbo, altre da Roma che intendiamo ricordare: la Briascola e Tre Sette, la Viterbo Team, la Old Civitas 2000, la libertas Montefiascone, l’A.C.T. Elegantoni, la Sola Tabella e la Unbalivable; quest’ultima, però, ha dovuto abbandonare il torneo per gravi motivi famigliari.

Tra le autorità dell’Associazione Carabinieri in Congedo vi erano otto rappresentanti del settore Corazzieri ed il generale Domenico Scarrone che, ha sottolineato la figura del Fiani quale esemplare corazziere all’interno del Quirinale.

In fine è stata recitata, per Emanuele, la preghiera scritta dai suoi amici; bravo speaker della cerimonia Giorgio Dainelli.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.