“Montefiascone, per la nuova giunta indennità a pieno regime”

0

 

MONTEFIASCONE – “Come avevo promesso nel periodo pre e post elettorale , il centro destra per Montefiascone avrebbe fatto un’opposizione seria costruttiva e soprattutto attiva contro l’attuale amministrazione. Nonostante buoni propositi al momento di decidere se seguire la scia lasciata dalla giunta Cimarello, quello di dimezzarsi del 50% delle indennità di amministratori attraverso la delibera di giunta n° 117 del 21 giugno 2016 gli importi sono ritornati a pieno regime.

Nulla di strano, un atto dovuto e legittimo, dicono, ma in questo periodo storico, dove molte famiglie fanno fatica a raggiungere la fine del mese, a pagare gli affitti, a vivere una vita dignitosa, non credo che sia stata una scelta corretta.

Chi vuole amministrare e decide di mettersi in gioco per il proprio paese sa, che bisogna lavorare per la collettività e se bisogna fare sacrifici i primi devono essere gli stessi amministratori.

Amministrazione composta da imprenditori, medici, artigiani che possono anche fare a meno degli emolumenti previsti dalla legge, anche solo per dare un reale segnale svolta e magari utilizzare le somme accantonate annualmente investite in attività sociali verso famiglie più bisognose magari investirle in quelle politiche giovanili oramai dimenticate o in giochi ludici per bambini, visto che sul territorio le attuali oramai sono vecchie, rotte, non a norma e pericolose o obsolete.

Altresì proprio in questo periodo, dove si parla tanto di una situazione delle casse comunali in rosso la stessa amministrazione , da una parte evita il taglio degli emolumenti, dall’altra attraverso la delibera di giunta del 21 giugno 2016 n° 119 che per la sicurezza delle persone e la salvaguardia della pubblica utilità e al fine di ridurre i costi economici, sociali e ambientali derivanti dal traffico veicolare concorre incisivamente contro i “pirati” della strada e che l’unico modo è il servizio di vigilanza a mezzo di appositi dispositivi, attraverso postazioni fisse e mobili.

Si conferma la postazione in Loc. Commenda, strada che è già controllata da postazione fissa con decreto del prefetto di viterbo n° 42597 del 18.12.2012, strada che ha visto incidenti mortali e quindi indispensabile.

Inoltre si inserisce in bilancio la spesa di 20.000 euro per noleggiare gli strumenti fino al 31 dicembre per sanzionare i pirati della strada.

Quindi l’autovelox mobile sarà dislocato lungo le arterie più frequentate e percorribili di MONTEFIASCONE con il conseguente risultato di innumerevoli multe a cittadini che percorrono giornalmente le strade per lavoro e non solo.

Quindi in conclusione da una parte chi c’amministra non si degna di cedere il proprio emolumento del 50% alla comunità, dall’altra parte, però, spera di fare cassa tramite multe a automobilisti che lavorano onestamente e che purtroppo sono costretti a usare la propria auto per raggiungere il posto di lavoro, che non sono classificabili come pirati della strada.

Noi siamo dalla parte dei cittadini, quindi ci auguriamo e vigileremo a riguardo, che sia come deterrente e prevenzione contro l’alta velocità e non come un sistema subdolo di fare cassa alle spese di comuni e semplici cittadini”.

Riccardo Minciotti

Il Centrodestra per Montefiascone

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.