“Sul centro storico il sindaco Cimarello arriva fuori tempo massimo”

1

MONTEFIASCONE – “A poche settimane dalle elezioni comunali, il sindaco pro-tempore Cimarello si ricorda del centro storico e lo fa con la defiscalizzazione a favore di chi vuole aprire un attività artigianale all’interno delle mura.

 

Era il 04 novembre 2014 quando protocollai a questo Comune alcune proposte atte a ridare lustro e vita al centro storico, richiamando le attività e ridando a una delle parti più importanti del paese la connotazione che più gli compete: quella turistico-culturale. Tra queste c’era proprio la defiscalizzazione per le attività, ma nel mio caso, auspicavo che fosse applicata anche alle civili abitazioni.

 

In confronto alla nostra, la proposta di Cimarello è poca cosa, pochi spiccioli; incompleta e oltre ogni ragionevole dubbio “da campagna elettorale”.

 

In questi cinque anni le nostre idee non sono mai state prese in considerazione come non sono state prese in considerazione le proposte delle attività commerciali esistenti nel centro storico. Aziende che, è bene ricordarlo, mano a mano sono state costrette ad abbassare le serrande per la mancanza di turisti e i costi di gestione oltre al pesante macigno dei parcheggi a pagamento che non hanno fatto altro che scoraggiare gli amanti di questi posti, creando un ulteriore deterrente ad andare a fare compere in questi splendidi luoghi.

 

Caro Sindaco, se voleva fare una cosa buona, ha scelto sicuramente il periodo meno indicato per farla ma non per l’idea in sé, che è anche valida, ma perché è fuori tempo massimo: la totale indifferenza in questi anni per Montefiascone non si può cancellare in quattro e quattr’otto con un colpo di coda”.

 

Massimiliano Sambin
Unione Della Tuscia Montefiascone

Commenta con il tuo account Facebook
Share.