Il Tribunale di Viterbo assolve per raccolta abusiva di giochi e scommesse

0

MONTEFIASCONE – Assoluzione con ampia formula pronunziata dal Tribunale di Viterbo, dott.ssa Mattei, all’udienza del 18 maggio 2016 in favore di titolare di un punto di ricarica sito in Montefiascone e contrattualizzato con un concessionario per la raccolta a distanza, assistito dall’avv.Marco Ripamonti.
L’accesso della Polizia era stato determinato nel 2012 da una serie di attività del titolare dell’esercizio volte a favorire l’apertura di conti di gioco e a permettere tramite totem la partecipazione al gioco del poker. Da ciò il reato di cui all’art.4 legge 401/89.
L’azione penale era stata proposta nonostante il difensore avesse conseguito in sede di riesame il dissequestro dei totem per insussistenza del fumus commissi delicti per via della carenza di intermediazione atteso il rapporto comunque diretto tra giocatori e concessionario, emerso dagli atti.
Il difensore viterbese, ormai affermatissimo nella materia anche per i diversi procedimenti che hanno anche raggiunto la Corte di Giustizia a Lussemburgo, ha potuto contare su una serie di precedenti favorevoli da lui stesso ottenuti in Cassazione ed in moltissimi tribunali d’Italia.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.