Balletto di Oriolo, nuovo Open Day

0

 

ORIOLO ROMANO – Nato sotto la forma di corso di formazione professionale per il performer contemporaneo, con la direzione del maestro e coreografo Andrea Cagnetti, e il patrocinio del Comune di Oriolo Romano, il Balletto di Oriolo in meno di sette mesi vanta già un curriculum di tutto rispetto.

 

Il movimento del corpo concepito come forma d’espressione al servizio della società. Una comunicazione forte e efficace che passa attraverso uno spettacolo non convenzionale: il lavoro della compagnia tende ad essere al di fuori dei teatri. Occupa le strade, le piazze, gli scorci di natura. Le sale dei palazzi storici.
La performance in se deve essere, per lo spettatore, una possibilità di evadere. Aprire una finestra e catapultarsi in un mondo parallelo, fatto di una eccezionale percezione sensoriale per un bagno caldo di emozioni.

 

Oltre a trattare volta per volta argomenti specifici e richiesti dai committenti, il Balletto di Oriolo segue una sua propria missione. Restituire alla società il giusto valore legato alla sfera emotiva. Gli spettacoli mirano principalmente a creare suggestioni. Atmosfere che consentano al fruitore di lasciarsi andare in uno spazio tempo diversi. Installazioni ludico interattive: molte energie del gruppo vengono dedicate alla progettazione, si cerca sempre di creare uno scambio con il pubblico, per trasformare la semplice fruibilità in un gioco, una esperienza che resterà nel ricordo non solo come una immagine subita, ma nel sapore della partecipazione.

 

Il gruppo è a dir poco eterogeneo. Dalla giovane liceale alla coreografa affermata fino ad arrivare all’uomo di quasi cinquant’anni amante dell’arte e del movimento. Il 29 maggio, presso il centro anziani di Oriolo Romano, con il patrocinio del comune, il Balletto di Oriolo apre le porte a nuovi curiosi. Una giornata di seminari, sperimentazioni, tecniche e performance che inizierà alle 11 del mattino.

 

La giornata formativa ha un fine performativo. Infatti l’open day del 29 maggio sarà collegato con l’iniziativa ATTIV’ARTE 2016.

 

La giornata di prova, come d’altronde l’intero corso, è gratuita e aperta a tutti senza limiti di età o limiti fisici. Basta avere la voglia di esprimersi con l’arte del movimento.

 

Il Balletto di Oriolo_ gennaio Ondenude_ marzo performance lezione presso la società italiana di psicoterapia psicoanalitica_ marzo Particolari femminili, per la giornata internazionale della donna_ marzo Motivazioni (Viterbo)_ aprile partecipazione allo spettacolo Il Canto dei Nottambuli_ aprile Suoni, gesti e parole Palazzo Altieri.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.