“1,7 milioni per il tratto nord della Via Francigena”

0

REGIONE – “Un milione e settecento mila euro per i lavori di valorizzazione del tratto nord della Via Francigena nel Lazio. A stanziarli è la Regione Lazio. I lavori saranno completati entro l’8 dicembre, giorno dell’inizio del Giubileo. Gli interventi partiranno questa settimana”. A dichiararlo è Riccardo Valentini (foto), Capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

 

I lavori sono stati presentati dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dal vice presidente Massimiliano Smeriglio e dall’amministratore unico di ASTRAL, Antonio Mallamo. Presente anche monsignor Rino Fisichella.

 

“L’obiettivo – prosegue Valentini – è quello di valorizzare un monumento di straordinario valore e al tempo stesso un luogo di scambio culturale, consentendo ai pellegrini di raggiungere Roma a piedi e di arrivare alla Basilica di San Pietro. Gli interventi previsti sono: la realizzazione di tre sentieri alternativi o complementari al tracciato ufficiale nella tappa che va da Campagnano Romano a La Storta, lunga 25 chilometri; un attraversamento pedonale del Fosso Cremera, tra i comuni di Roma e Formello, in corrispondenza del prolungamento della viabilità locale che va da via della Ficoraccia fino all’incrocio con vicolo Formellese; la ricostruzione della passerella pedonale in via Prato della Corte, nel comune di Roma, in prossimità di Vejo. Tra gli obiettivi anche quello di mettere in sicurezza il tracciato ufficiale e di attrezzare nuovi passaggi, offrendo percorsi più brevi ai pellegrini. L’Astral ha inoltre redatto una ristampa del volume ‘La via Francigena nel Nord del Lazio’, che verrà distribuita insieme alla mappa delle vie Francigene. Sarà poi disponibile la cartoguida dell’accoglienza turistica ‘La via Francigena del Nord da Proceno a Roma’”.

 

“Una grande opportunità – sottolinea il capogruppo del PD – che saprà essere elemento di arricchimento infrastrutturale e turistico anche a Giubileo terminato. Una scelta giusta e intelligente in grado di dare visibilità a una ricchezza unica presente nei nostri territori. I percorsi di fede sono infatti una tendenza che sta prendendo sempre più piede in tutta Europa e non solo.

 

In quest’ottica il Lazio, con la via Francigena, ha la possibilità di far scoprire ai pellegrini e ai tanti fruitori di questa nuova forma di turismo eco sostenibile, non solo bellezze naturali, ma anche testimonianze storiche, archeologiche e religiose di altissimo livello, nonché piccoli borghi e paesi in grado di accogliere turisti e pellegrini durante il loro cammino. In particolare – spiega Valentini – i lavori di adeguamento di questa porzione dell’antica strada che dal Nord del Lazio porta nel cuore di Roma, permetteranno di far percorrere ‘la strada della fede’ immersa in siti ambientali unici come la Riserva Naturale dell’Insugherata, quella di Monte Mario e il Parco di Veio fino ad arrivare alla soglia di san Pietro. Sono certo – conclude Riccardo Valentini – che la riqualificazione di queste aree verdi protette saprà essere un volano di sviluppo economico e turistico a disposizione dei nostri territori per far conoscere e scoprire questa ricchezza unica anche dopo l’importante appuntamento del Giubileo”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.