“Appoggiamo con convinzione Lina Novelli e Domenico Tarantino”

0

 

PROVINCIA – “Le elezioni del 5 giugno sono un passaggio significativo perché i cittadini scelgono gli amministratori a loro più vicini. In discussione c’è l’idea di comunità che vogliamo affermare, recuperandone gli elementi distintivi. Ebbene, penso che Lina Novelli a Canino e Domenico Tarantino a Soriano nel Cimino siano la risposta migliore per raggiungere l’obiettivo di ricreare quel senso di comunità capace di guardare alla qualità della vita nel rispetto delle generazioni presenti e future.

 

Per fare ciò serve una cittadinanza coesa con bravi amministratori locali, quelli che uniscono e si occupano della cosa pubblica non a tempo perso. Penso appunto a Lina e a Domenico”. Così Alessandro Mazzoli, deputato del Partito democratico, ieri in tour elettorale nel Viterbese accompagnato da Silvia Velo, Sottosegretario di Stato all’Ambiente e deputata del Pd, nonché dal segretario provinciale del Pd, Andrea Egidi. A Soriano presente anche il consigliere regionale Enrico Panunzi.

 

“I Comuni – ha detto Mazzoli – sono un elemento distintivo del nostro Paese su cui dobbiamo tornare a investire, dopo questa fase di difficoltà, per ricucire la comunità locale. E per farlo dobbiamo recuperare i nostri elementi distintivi. A Canino penso alle eccellenze delle produzioni agricole e agroalimentari, agli elementi culturali e storico-artistici. Se riusciremo a coniugare la qualità delle produzioni con quella dei servizi e della vita avremo raggiunto l’obiettivo. Gran parte della nuova programmazione europea si concentra proprio sulle questioni ambientali, del risparmio energetico e della riqualificazione urbana. Penso anche alla legge sulla riduzione del consumo di suolo agricolo che abbiamo approvato in Parlamento”.

 

“Quello che dobbiamo fare, tra le altre cose – ha continuato Mazzoli a Canino – è puntare al recupero dell’esistente e a una gestione attenta dei rifiuti. La strategia rifiuti zero, già applicata con successo altrove, parte dall’incremento della differenziata e dalla separazione tra l’organico e gli altri materiali, creando un mercato che può dare posti di lavoro”.

 

Prendendo la parola a Canino, Silvia Velo ha detto: “La vostra terra è conosciuta a livello nazionale e non solo per un prodotto d’eccellenza come l’olio di oliva. Nella vostra lista – ha affermato – ho visto persone legate alla comunità e vogliose di farla crescere. Intorno a Lina Novelli si è riunito un gruppo di persone che vuole investire sulla qualità della vita di Canino. La vostra è una lista civica fondata su valori netti e chiari di chi ama la propria terra, la vuole far crescere, puntando su ambiente, qualità e ricchezze storiche. Quando verrà eletta, con Lina continueremo a collaborare”

 

Quindi, l’appuntamento a Soriano: “Non è un caso che la sottosegretaria all’Ambiente sia venuta a Soriano perché qui – ha esordito Mazzoli – c’è necessità di attenzione rispetto a situazioni come quella della cava di Sant’Eutizio che dobbiamo seguire e curare, sulla scia dell’impegno del consigliere regionale Enrico Panunzi. Dobbiamo ringraziare Domenico Tarantino per la sua disponibilità che ha consentito al Pd e a larga parte del centrosinistra di ritrovarsi unito. E questo non è per niente poco. Vuol dire che la sua esperienza è stata importante per quello che ha fatto per questa comunità quando la amministrava. Se pensiamo a cosa sia giusto per Soriano, dobbiamo cercare di vincere. Il confronto vero è tra un’esperienza fallimentare, come quella uscente, e qualcuno che nella sua storia ha realizzato un lavoro utile ed è nelle condizione di rilanciarlo. Se si vuole investire sulla comunità e non continuare nella mediocrità la scelta è Domenico Tarantino, anche pensando ai rapporti con le altre istituzioni e con il comprensorio”.

 

Silvia Velo ha aggiunto: “Per la vostra comunità c’è bisogno di dotarsi di amministratori comunali che abbiano le caratteristiche giuste. Dietro le liste civiche non c’è il trasversalismo ma una propensione ideale verso uno schieramento e questo significa caratterizzare quel gruppo con determinate ambizioni. Dal punto di vista ambientale e culturale, questo territorio va valorizzato e ne va salvaguardata l’identità. O ci si caratterizza difendendo le proprie specificità come prodotti, paesaggio e patrimonio archeologico, o si finisce per scomparire. Serve per questo un’amministrazione che non sia dedita al giorno per giorno ma abbia una visione strategica di respiro medio-lungo e abbia voglia di fare sistema con le comunità vicine e gli altri livelli istituzionali, come la Regione, il Governo e il Parlamento. Solo le nostre liste hanno questa caratteristica e io sono qui per sottolineare la vicinanza del Governo a questo territorio, alle sue esigenze e ai suoi problemi più stringenti. Non facciamoci del male con le divisioni a sinistra dovute più che altro a pulsioni personali”.

 

A concludere Panunzi: “La scommessa a Soriano la sta giocando il Pd e dobbiamo ringraziare Tarantino perché siamo stati noi a cercarlo per rimettersi in gioco. E sottolineo che la Regione sta seguendo da vicino la vicenda della cava di Sant’Eutizio coinvolgendo tutti gli organi preposti, dall’Arpa all’Istituto epidemiologico nazionale che sta svolgendo uno screening sullo stato di salute della popolazione. Vogliamo dare un contributo tangibile a Soriano e vogliamo farlo con Domenico Tarantino”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.