“Convocate le commissioni o ci rivolgeremo agli organismi di controllo”

0

VITERBO – “Ci sono le commissioni da convocare”. La crisi politica che ha investito l’Amministrazione comunale ha paralizzato di fatto la macchina amministrativa già da parecchi giorni, proprio per questo le minoranze in Consiglio hanno fatto richiesta di convocare, quanto prima, le commissioni permanenti.

 

“In base al regolamento consiliare, articolo 11 commi 4 e 6, e di fronte alla paralisi amministrativa che da tempo ha fatto sprofondare in un empasse il Comune di Viterbo – dicono dall’opposizione – abbiamo inviato una lettera con la quale chiediamo la convocazione urgente di tutte le commissioni consiliari permanenti”.

 

Questo l’ordine del giorno richiesto:

 

I Commissione: approvazione regolamento partecipazione cittadina e referendum, audizione del consulente del comune per la legalità;

 

II commissione: approvazione regolamento baratto amministrativo;

 

III commissione: bando di gara per la gestione del sito termale del bagnaccio;

 

IV commissione: regolamento compartecipazione finanziaria Rsa, esiti bando di finanziamento manifestazioni di Natale;

 

V commissione: audizione sindaco, quale delegato interim ai rifiuti, sulla direttiva interditiva antimafia della prefettura di Viterbo;

 

“E’ del tutto evidente – proseguono dall’opposizione – che se a tale richiesta non dovesse seguire sollecita convocazione, ci rivolgeremo agli organismi di controllo esterno all’ente al fine di ottenere quanto richiesto per normativa vigente”.

 

Claudio Ubertini (Forza Italia)
Luigi Maria Buzzi (Fdi)
Vittorio Galati (Gruppo misto)
Francesco Moltoni (Gal)
Chiara Frontini ( Viterbo2020)
Gianmaria Santucci (FondAzione)

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.