“Cotral, la volontà di risolvere i problemi c’è ed è stata dimostrata”

0

 

REGIONE – La situazione del Cotral, le sue prospettive e i problemi lamentati dagli utenti in merito alla sicurezza sono stati al centro di un’audizione che si è svolta ieri pomeriggio presso la Sesta Commissione, che presiedo. All’audizione, richiesta da alcuni consiglieri tra cui Antonello Aurigemma che era presente in aula, hanno partecipato l’assessore regionale Michele Civita, i vertici Cotral (la presidente Amalia Colaceci e l’amministratore delegato Arrigo Giana), oltre all’ingegner Bernardo Fabrizio (area Trasporti della Regione Lazio) e all’ingegner Giuseppe Ferraro (capo manutenzione Cotral).

 

E’ stata un’occasione di confronto e dibattito, utile a capire le strategie messe in atto per i pendolari. Puntuale la relazione dell’ingegner Ferraro, che ha ricordato come le maggiori criticità di Cotral derivino da una dotazione di mezzi che ha un’età media molto alta: oltre il 50% degli oltre 1600 autobus, infatti, ha più di 15 anni e gli ultimi acquisti risalgono al 2005 (500 mezzi) e 2006 (300 mezzi). Nonostante ciò, ogni giorno ci sono sulle strade circa 1250 mezzi per circa 2mila turni di servizio. Ferraro ha poi ricordato come siano aumentati nel corso dell’ultimo anno i controlli sui bus (nel 2015 sono stati circa 40mila) anche nelle officine esterne: in media ogni autobus viene controllato ogni due settimane.

 

L’assessore Civita, che ringrazio per la puntuale presenza, ha ricordato come il Cotral, quando si è insediata la Giunta Zingaretti, aveva un debito di 30 milioni di euro ed era sull’orlo del fallimento. L’allarme incendi sugli autobus, certamente da non trascurare, è inferiore alla media nazionale (0,7% in Italia, 0,5% nel Lazio). Di fronte alla situazione iniziale – ha spiegato Civita – la Giunta ha salvato la società dal tracollo e ha trovato le risorse per 415 nuovi bus. La gara è stata espletata ad aprile ed ora pende un ricorso al Tar di una società non assegnataria: quando si sarà concluso in contenzioso giudiziario, allora si potrà procedere (presumibilmente a giugno) all’acquisto dei mezzi.

 

Personalmente constato che il dibattito si è incamminato in un sentiero positivo. Da parte dei vertici Cotral peraltro c’è stata sempre massima disponibilità al confronto con gli utenti e con i territori. Ho partecipato nei mesi scorsi a diversi incontri convocati dal Presidente della Provincia di Viterbo, al quale hanno partecipato l’azienda, gli amministratori, le associazioni di pendolari, un fatto mai avvenuto negli ultimi 20 anni. Dopo una fase di ascolto, nel giro di nemmeno un mese ci sono state, da parte di Cotral, le risposte attese, con ampia soddisfazione dei sindaci e dei pendolari. Nessuno, in ultima analisi, nega i problemi, ma la volontà di risolverli c’è ed è stata dimostrata”.

 

Enrico Panunzi (foto)
Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.