“Equitani fa retromarcia sulla tassa di soggiorno ma frena sul coinvolgimento degli operatori”

0

BOLSENA – “Nel Consiglio comunale dello scorso lunedì l’Amministrazione Equitani ha compiuto una clamorosa retromarcia sulla tassa di soggiorno. Infatti, dopo che la stessa era stata proposta dall’opposizione consiliare lo scorso anno e bocciata dalla maggioranza, adesso l’Amministrazione ha deciso di ritornare sui propri passi e di introdurre la tassa di soggiorno anche a Bolsena.

 

L’opposizione è, dunque, pienamente soddisfatta dell’accoglimento della propria proposta, tuttavia sottolineando i limiti evidenti della proposta odierna della maggioranza.

 

Lasciando da parte i limiti temporali della tassa, quantomeno dubbi, l’Amministrazione Equitani si è espressa negativamente su un emendamento dell’opposizione finalizzato ad istituire una commissione composta anche dagli operatori, il cui compito sarebbe stato quello di indirizzo e di vigilanza sull’uso delle risorse derivanti dalla tassa di soggiorno.

 

Per questo mancato coinvolgimento, che costituisce una grave carenza nell’impostazione generale della promozione turistica, l’opposizione ha deciso di astenersi.

 

Al contrario, il Gruppo “Unione di Forze in Comune” ha espresso un voto fermamente contrario sull’assestamento generale di Bilancio, che portava con sé un rifinanziamento con ulteriori rilevanti fondi per il servizio di nettezza urbana, oramai una vera e propria voragine nei conti del Comune.

 

Infine, su segnalazione dell’opposizione, si è clamorosamente rinviata l’approvazione di un Piano di Utilizzazione Aziendale, in quanto il Comune, incredibilmente, non ha mai costituito l’apposita commissione che deve esprimere un parere sugli stessi prima dell’approvazione da parte del Consiglio comunale. Insomma, ancora un incredibile scivolone per l’Amministrazione Equitani!”

 

Gruppo di opposizione Unione di Forze in Comune per Bolsena

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.