Experience Etruria e l’Etrusca Ati nelle scuole italiane, la soddisfazione del vice sindaco Ciambella

0

VITERBO – Direzione Roma, ministero della Pubblica Istruzione. Il vice sindaco Luisa Ciambella in missione per conto degli etruschi con l’obiettivo di portare nelle scuole il progetto Experience Etruria. Questo in sintesi lo spirito con cui questa mattina il vice sindaco di Palazzo dei Priori ha incontrato il ministro della pubblica istruzione Stefania Giannini. Con Luisa Ciambella anche l’onorevole Giuseppe Fioroni, la soprintendente per i beni archeologici dell’Etruria Meridionale Alfonsina Russo, gli assessori di Orvieto e Chiusi Vincenzina Anna Maria Martino e Chiara Lanari, Luca Mercuri, funzionario della Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria meridionale e Giovanni Bellavia in rappresentanza di Cineca.

 

Reduci del successo conseguito a Expo in occasione della presentazione del filmato in animazione 3D, realizzato dalla Soprintendenza in collaborazione con Cineca e il convolgimento di tutti i territori che insieme ai comuni capofila Viterbo e Orvieto hanno aderito all’ambizioso progetto Experience Etruria, l’obiettivo comune di questa mattina era quello di trasmettere al ministro Giannini la volontà di far conoscere l’antico popolo etrusco ai ragazzi delle scuole italiane.

 

“Experience Etruria entrerà nelle scuole d’Italia – ha sottolineato con un pizzico di orgoglio il vice sindaco Ciambella –. Il ministro Giannini, che già avevamo avuto l’onore di accogliere lo scorso anno a Palazzo dei Priori, ha pienamente condiviso il nostro intento. Tutti i ragazzi delle scuole potranno conoscere da vicino l’antico popolo etrusco, ma anche scoprire tutto quello che Experience Etruria racchiude. Gli itinerari proposti, parte integrante del progetto, potranno essere meta di gite didattiche. Ati, la fanciulla etrusca protagonista del filmato in 3D, potrà per un giorno essere la loro insegnante virtuale”. Il vice sindaco Ciambella ha poi spiegato come questo progetto sia nato dalla volontà di cogliere le opportunità legate sia all’anno degli etruschi, sia all’Expo.

 

“Un modo nuovo di promuovere il nostro territorio, che va oltre le logiche di campanile. A questo punto possiamo dire di essere riusciti nel nostro intento. Vorremmo ora che tutto questo lavoro possa tornare utile ai nostri bambini, da un punto di vista culturale e didattico. Siamo davvero grati al ministro Giannini per averci garantito la sua disponibilità nell’individuare gli strumenti giusti per diffondere la cultura etrusca e la gloriosa storia dell’antica popolazione. Con l’incontro di questa mattina la nostra missione è davvero a buon punto. Non posso e non voglio dire che sia conclusa, in quanto questo percorso continuerà anche dopo Expo”. Il prossimo appuntamento, grazie all’invito del ministro Martina, sarà di nuovo a Milano, il 10 ottobre, a Expo per le idee, alla presenza del premier Renzi.

 

ministro_giannini_ee

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.