“Guardiamo avanti, ma non sottovalutiamo i campanelli d’allarme”

0

 

VITERBO – “La tornata amministrativa consegna un risultato dignitoso al PD e da atto del lavoro svolto dal segretario Egidi, ma il quadro complessivo dei 21 comuni, sui quali pesa la grave sconfitta sul primo comune della provincia, Montefiascone, oltre a Orte, al risultato a sorpresa di Lubriano, all’assenza totale in alcuni centri, alle vittorie in alleanza organica con la destra e alla divisione da ricucire nel PD a Canino e a Marta dimostrano la necessità di una serena riflessione.

 

Una considerazione a parte merita Vetralla dove l’alleanza con la sinistra ci fa vincere grazie alla divisione in tre parti del centro-destra che denota per il futuro la necessità di allargare le alleanze.

 

Il PD nonostante sforzi encomiabili ha bisogno di costruire una coalizione, anche il quadro nazionale lo dimostra.

 

Un’alleanza organica con Moderati e Riformisti ci avrebbe fatto vincere ovunque e consegnato una prospettiva per il futuro.

 

Questo è un tema che sicuramente dovremo affrontare. Ritengo che sia indispensabile dopo questo risultato elettorale accantonare e superare atteggiamenti arroganti e saper costruire l’unità all’interno del PD.

 

Ritengo anche che il rapporto con Moderati e Riformisti, come da me sostenuto da tempo, è indispensabile per le prossime battaglie referendarie, regionali e politiche e deve essere improntato al rispetto e alla fattiva collaborazione.

 

Non sfugge a nessuno che i voti assoluti del PD nei 21 comuni sono lontani dalla maggioranza che occorre per vincere le politiche e il referendum. Con un rapporto organico con i Moderati e Riformisti si puo’ vincere superando il 40% ed il 50%, altrimenti la nostra solitaria performance ci vedrà perdenti. Guardiamo avanti, non sottovalutiamo i campanelli d’allarme”.

 

Tiziana Lagrimino (foto)
Coordinatrice Segreteria Provinciale PD

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.