Marco Volpi si ribella, riconsegnata la delega a Michelini

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO Marco Volpi (foto), consigliere comunale, è sì un uomo del Pd ma è anche e soprattutto un uomo libero; libero come dovrebbero sentirsi tutti coloro che sono chiamati a rappresentare il popolo e che solo al popolo devono spiegazioni e giustificazioni per il proprio comportamento. E così, dopo essere stato oggetto di roventi critiche da parte dei vertici del Pd per essersi discostato dalla linea del partito, e dopo aver letto la recente esortazione rivolta dalla collega Minchella al segretario provinciale del Pd Egidi e al capogruppo Pd Serra (tesa ad arginare il libero comportamento del giovane consigliere grottano) Marco Volpi ha deciso di passare al contrattacco, rimettendo nelle mani del sindaco la delega a rappresentante del Comune nei territori di Grotte S. Stefano, S. Angelo e Roccalvecce.

 

A comunicarlo è stato lo stesso Volpi, che quest’oggi ha reso note le proprie intenzioni facendo recapitare al sindaco Michelini, al presidente del consiglio Ciorba e al capogruppo del Pd Serra una lettera con su scritti i propri intendimenti.

 

Il primo strappo, o meglio la fase 1 (citando lo stesso Volpi), è stata dunque completata. Ed ora, la maggioranza, che nel giro di un anno ha perso tre consiglieri (Taborri, Insogna e Moltoni), inizia seriamente a tremare. Altro che schieramento compatto e granitico. Altro che ritrovata unità di intenti. Qui di stabile c’è veramente poco, se non nulla. Facile prevedere, a questo punto, come la prossima discussione in Consiglio sul Bilancio non potrà che sancire questa ulteriore crepa interna che rischia di minare seriamente la tenuta dell’amministrazione comunale. Per il sindaco, ing. Michelini, non rimane altro da fare che iniziare a progettare nuovi metodi per concimare il suo sempre scarno e arido orticello.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.