Mense scolastiche, il dibattito sulle nuove tariffe torna in Seconda Commissione

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Le tariffe delle mense scolastiche tornano ad essere oggetto di dibattito in Consiglio comunale. Tra i vari punti che il consigliere del Pd Mario Quintarelli chiede di anticipare rispetto al previsto ordine del giorno vi è infatti anche quello relativo alle mense, ovvero, uno degli argomenti più caldi che, da diversi mesi a questa parte, hanno caratterizzato il dibattito della II Commissione consiliare, senza però che dallo stesso sortisse alcuna sorta di decisione.

 

Lungaggini, quelle relative al tema, che il consigliere di Forza Italia Giulio Marini non esita a sottolineare: “Dopo ben sette mesi torniamo finalmente a discutere del futuro di queste benedette tariffe. In merito alla delibera odierna letta dall’assessore Delli Iaconi, in cui si fa riferimento alle nuove fasce di contribuzione, sarebbe tuttavia opportuno focalizzare la nostra attenzione solamente l’ultimo paragrafo, ovvero, quello in cui si afferma che per il corrente anno scolastico si manterranno le tariffe uniche di 3 euro per il primo figlio, di 2,50 euro per il secondo, nonché a gratuità per il terzo.

 

Questo perché, a mio avviso, le tariffe relative al prossimo anno scolastico dovrebbero essere nuovamente discusse, in quanto l’urgenza di deliberare riscontrata a dicembre è venuta nel contempo meno a seguito della proroga della giunta. In questo modo potremmo ragionare su un nuovo documento, anche in ottica delle future sedute dedicate al bilancio”.

 

Dello stesso avviso è anche il consigliere di FondAzione Gianmaria Santucci: “Per evitare gli errori commessi in passato ritengo che sarebbe tra le altre cose opportuno inserire un’ulteriore fascia intermedia, così come richiesto dai genitori.

 

Ad ogni modo credo che quanto proposto da Marini sia condivisibile. Vista la proroga deliberata dalla giunta non penso infatti vi sia più alcuna fretta di decidere; sarebbe pertanto più sensato portare in discussione le nuove tariffe in II Commissione, in modo da poterle poi votare in sede di bilancio con dei dati aggiornati”.

 

L’assessore Delli Iaconi non sembra tuttavia essere troppo convinto: “Sono poche le deliberazioni ad aver avuto un percorso così lungo e condiviso con le associazioni e i comitati interessati dal tema. A mio avviso rinviare ulteriormente l’approvazione delle tariffe non sarebbe corretto nei confronti dei genitori. Il fatto di rendere efficaci 5 nuove fasce, dando così la possibilità a molta gente di pagare meno rispetto a quanto sborsa oggi penso sia un motivo sufficiente per non rinviare ulteriormente la delibera. Ovviamente, però, l’ultima parola spetta al Consiglio”.

 

E il Consiglio, dopo una sospensione di quasi un’ora, giunge a una conclusione. Martedì mattina si tornerà in Commissione per discutere delle tariffe 2016/2017, partendo dalle fasce proposte dalla giunta; la discussione dovrebbe occupare una, massimo due sedute di Commissione, dopodiché nuovo passaggio in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.