Montefiascone, l’amministrazione comunale vuole mettere le ali al piedibus

0

MONTEFIASCONE – Il Piedibus è un autobus umano, formato da un gruppo di bambini accompagnati da adulti volontari, per recarsi insieme a scuola lungo percorsi sicuri, con capolinea e fermate intermedie. L’iniziativa è nata negli anni ’70 in Danimarca, paese all’avanguardia per quanto riguarda la qualità della vita, per poi diffondersi con grande successo in tutto il mondo.

 

E’ una pratica ormai quotidiana in molte città italiane ed esiste una linea che percorre il centro di Montefiascone, consolidata da 6 anni di esperienze.

 

Mentre i bambini italiani sono tra quelli che in Europa fanno meno attività fisica e sono più soggetti all’obesità infantile, il Piedibus risulta essere un’ottima arma per educare i bambini alla cura del proprio fisico e motivarli a sostenere della sana attività motoria, così importante per far sviluppare armonicamente i muscoli e le articolazioni e per permettere a tutto l’organismo di crescere bene, oltre che allontanare l’insorgere di numerose malattie.

 

Un piccolo ma motivatissimo gruppo di genitori e volontari ha fatto sì che questa idea progetta vedesse la luce anche sul colle falisco, così, ogni giorno, con tempo bello o meno bello, l’autobus umano, che ha come terminali due adulti nei panni di conducente e controllore, permette ai bambini di “camminare con le proprie gambe”, coltivando la socialità e apprendendo le regole del comportamento stradale. Si vuole difendere il diritto di muoversi, conoscere e sperimentare la realtà esterna senza filtri, in un contesto sicuro e sereno dove il bambino impari a spostarsi nello spazio ed interagire con gli altri all’insegna del gioco come momento di formazione.

 

Il sindaco e l’amministrazione comunale di Montefiascone credono che questo progetto sia un viatico eccezionale per migliorare la qualità della vita dei cittadini fin dai primi anni di vita e si impegnano a promuovere e sostenere il progetto nei limiti delle possibilità di cui si dispone. “L’organizzazione del Piedibus è qualcosa di estremamente semplice da realizzare – spiega Geraldo Caricato, volontario e padre a sua volta – partire non è difficile, ma servono la costanza e la passione per andare avanti. Non si tratta soltanto di quei pochi minuti di tragitto da casa a scuola e da scuola a casa, ma – spiega – di alimentare la coesione di un gruppo di persone che è unita da un’esperienza comune attraverso la valorizzazione della socialità con iniziative condivise come pranzi, giochi, feste in maschera raccolte di frutti stagionali, ma anche per fare due chiacchiere insieme davanti un caffè, e questo vale sia per i bambini che per i genitori. La forza del Piedibus è costituita dallo spirito solidale di chi sposa l’iniziativa e dalla sua semplicità”.

 

Obbiettivo dell’amministrazione comunale è “mettere le ali al piedibus”: incrementare la partecipazione e l’impatto sul territorio attraverso il patrocinio di adeguate iniziative promozionali e l’appoggio fattivo proprio in direzione di quello che si è dimostrato essere un piccolo ma straordinariamente efficace modo per contribuire a rendere i bambini di oggi degli adulti di domani più sani, forti e consapevoli. Per saperne di più il 19 gennaio alle ore 17 presso la biblioteca comunale di Montefiascone si terrà un incontro introduttivo dove interverranno il Sindaco e altre autorità comunali, medici pediatri, vigili urbani e gli organizzatori che hanno reso possibile la realizzazione di questa iniziativa sul colle falisco.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.