Talete, rientrato lo stato di agitazione dei lavoratori

0

VITERBO – Come previsto, si è svolta presso la Prefettura di Viterbo, con riferimento alle problematiche del servizio idrico integrato, la riunione inerente la procedura di raffreddamento a fronte dello stato di agitazione dei lavoratori della Talete spa, alla presenza del Prefetto Rita Piermatti, del Presidente della Provincia, Mauro Mazzola e del Sindaco del comune capoluogo, Leonardo Michelini, oltreché delle organizzazioni sindacali richiedenti.

 

Sono stati complessivamente illustrati gli imminenti e delicati passaggi che nelle prossime settimane vedranno impegnati i vari soggetti competenti nell’attuare le soluzioni che la normativa di settore, nazionale e regionale, impone.

 

L’attuale assetto organizzativo è destinato ad essere superato, secondo quanto previsto dalla legge regionale 4 aprile 2015 in materia di tutela, governo e gestione pubblica delle acque.

 

Tanto il Presidente della Provincia quanto il Sindaco di Viterbo hanno rassicurato i rappresentanti dei lavoratori sulla totale trasparenza e completa condivisione delle delicate fasi dell’importante cambiamento che ci si appresta a realizzare.

 

Le organizzazioni rappresentative dei lavoratori, nel dichiarare conclusa positivamente la procedura e quindi cessato lo stato di agitazione, pur continuando a esprimere le comprensibili preoccupazioni in ordine alla effettiva adozione di tutte le determinazioni necessarie a garantire insieme l’efficiente erogazione del servizio pubblico essenziale e il pieno rispetto delle prerogative dei lavoratori, confidano nel rinnovato spirito di coesione, raggiunto anche grazie alla determinazione mostrata dal Prefetto, che è emerso dalle precise prese di posizione tanto dal Presidente della Conferenza dei Sindaci quanto dal maggior azionista della Talete spa.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.