“Trasversale, Mazzola chiede aiuto alla Regione”

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – “Questa storia che Mazzola vuole ostacolare la Trasversale deve finire!” Non usa vie traverse (nel caso trasversali) il presidente della Provincia di Viterbo, Mauro Mazzola, nel chiarire una volta per tutte quali siano le reali motivazioni alla base del continuo tira e molla (esistente tra lo stesso e Anas) in merito al completamento del tratto finale che andrebbe a collegare Monte Romano all’Aurelia.

 

“Il Ministro Graziano Del Rio – ricorda Mazzola – in visita a Viterbo lo scorso settembre, ha ribadito che il tratto finale della Trasversale si farà, garantendo l’impegno a indire la gara d’appalto entro il 2018.

 

A prescindere da ciò, in questi ultimi mesi mi sono prodigato nell’organizzazione di incontri incentrati su questo tema, finalizzati a raccogliere le impressioni di cittadini e associazioni ambientaliste e di categoria.

 

Tra questi ve ne sono stati tre tra Anas e rappresentanti del territorio, al termine dei quali è emersa la volontà di Anas di andare avanti con il progetto contestato, ovvero, quello che attraversa la Valle del Mignone. Un tracciato decisamente inadeguato, poiché attraversa una zona soggetta ad alluvioni. Tutto ciò ha reso inevitabile l’interruzione degli incontri con il territorio a cui io, tra l’altro, non ho mai partecipato per non influenzare il dibattito.

 

Non riesco a capire perché Anas continui a prenderci in giro insistendo su un progetto che tra l’altro prevederebbe ulteriori spese per un nuovo svincolo e lavori di messa a norma di strada Monte Riccio.

 

Forse Anas dimentica che esiste già uno, il primo, approvato dal Cipe, che potrebbe essere ripreso eliminando le gallerie (troppo costose) in luogo di un percorso a raso provvisto di cavalcavia?

 

A questo punto mi sembra opportuno ripartire proprio da questo progetto, già approvato. A tal fine, ritengo che coinvolgere la Regione in maniera consistente sia inevitabile; per questo ho intenzione di inviare alla Pisana una lettera condivisa con le varie associazioni, esortandola a intervenire in maniera autorevole su questo tema e a identificare quale sia il tracciato migliore.

 

Giuseppe Crea, direttore di Federlazio Viterbo, si à detto favorevole alla proposta di Mazzola, sottolineando la necessità di velocizzare i tempi.

 

A supporto del presidente Mazzola vi è anche la Cna, che tramite la segretaria Luigia Melaragni auspica che i territori e gli enti locali possano avere la dovuta voce in capitolo, evitando così che il tutto venga deciso a livello centrale.

 

Disponibile alla sottoscrizione del documento anche la Lega delle Cooperative, che con Angelo Biagini si è detta speranzosa che si possa trovare un percorso condiviso con le varie istituzioni.

 

Fabrizio Calandrelli di Ance Viterbo e Unindustria chiede invece una maggiore chiarezza sul tracciato, dicendosi in ogni caso disponibile a studiare insieme alla Provincia e alle altre associazioni di categoria i contenuti del documento da inviare alla Regione.

 

Nel frattempo il presidente Mazzola incontrerà, nella giornata di venerdì, l’assessore regionale Refrigeri, a cui inizierà ad esporre la questione.

 

Angelo Biagini - Luigia Melaragni

Angelo Biagini – Luigia Melaragni

 

Fabrizio Calandrelli

Fabrizio Calandrelli

 

Giuseppe Crea

Giuseppe Crea

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.