Viterbo e Santa Rosa pronte a volare in Cina

0

Firmato il protocollo d’intesa per il gemellaggio tra Luoyang e la città dei papi

 

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Una storia antica e importante alle spalle; una naturale vocazione turistica; una spiccata propensione ad allargare i propri confini. Questi i tre punti di incontro che hanno portato Viterbo e Luoyang (una delle più antiche capitali della Cina) a siglare il protocollo d’intesa che, a breve, porterà le due città ad essere gemellate.

 

Un evento, quello svoltosi giovedì pomeriggio nella Sala Regia di Palazzo dei Priori, che ha sullo sfondo consistenti opportunità di sviluppo economico-culturale per entrambe le città, riportando alla mente (con le dovute proporzioni) gli esiti del viaggio compiuto da Marco Polo sulla via della seta.

 

Attraverso tale gemellaggio, infatti, Viterbo e Luoyang daranno il via a stretti rapporti di collaborazione che, passando per una reciproca valorizzazione delle tradizioni, fornirà spunti di crescita sia in ambito culturale sia sotto il profilo strettamente economico.

 

Uno scambio a 360 gradi, dunque, basato su alcuni punti già definiti da entrambe le delegazioni.

 

Per quanto riguarda Viterbo, il sindaco Leonardo Michelini e l’assessore Antonio Delli Iaconi, hanno annunciato il prossimo trasferimento a Luoyang (in prestito, si intende) della Macchina di Santa Rosa, che pare abbia letteralmente stregato l’ambasciatore cinese a Roma, presente a Viterbo in occasione del trasporto. Il tutto per la gioia del presidente del Sodalizio dei Facchini Massimo Mecarini, presente in Sala Regia per assistere alla firma del protocollo.

 

IMG_9632

 

Oltre alla pubbliciazzione dell’evento clou della città dei papi, sono in programma anche degli scambi culturali tra le Università di Viterbo e Luoyang, mentre prende seriamente corpo il progetto relativo alla creazione di un centro espositivo di prodotti cinesi in località Volpara, in un’area di proprietà del Comune già destinata a centro espositivo.

 

IMG_9631

 

Da parte cinese non sono mancate parole al miele per il capoluogo della Tuscia: “Viterbo è una città ricca di storia e attenta alla conservazione dei propri tesori – sottolinea la delegazione orientale – proprio come lo è Luoyang. Essere gemellati con voi è pertanto motivo di orgoglio”.

 

IMG_9630

 

Ospitati nella mattinata di giovedì dall’imprenditore di Soriano Eugenio Benedetti, i delegati cinesi hanno chiuso l’incontro rivolgendo a Michelini e a Delli Iaconi l’invito a visitare Luoyang nel prossimo aprile, in occasione del Festival delle Peonie. Invito che, ovviamente, è stato accettato con entusiasmo.

 

Dopo aver apposto le firme sui documenti e a seguito dei tradizionali scambi di doni, le due delegazioni si sono spostate presso l’ufficio del sindaco per visionare un breve video sulla Macchina di Santa Rosa, a coronamento di un incontro che, si spera, possa contribuire a portare Viterbo realmente oltre le mura (o meglio, la muraglia).

 

IMG_9634

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.