Proceno: Pellegrini presenta la “fiera delle idee” per le comunali

0

 

PROCENO – “Non siamo l’ultimo Comune del Lazio, siamo il primo!” E’ su questa frase di Cinzia Pellegrini, 45 anni, imprenditrice, candidata sindaco a Proceno, che è scattato un lungo e liberatorio applauso.

 

“Non è una questione di orgoglio campanilistico, ma di prospettiva: Proceno è il primo paese che si incontra scendendo nel Lazio da Nord, mentre noi siamo abituati a vederlo come l’ultimo quando si va via.

 

Un disvalore che deve diventare un valore, una cosa di cui andare fieri”, spiega, mentre si gode un momento di relax alla fine della lunga kermesse che sabato pomeriggio ha visto protagonista lei e il gruppo “Proceno in Comune” che l’ha scelta come candidata. Una sorta di “fiera delle idee e delle opportunità”, più che una classica manifestazione elettorale. “Abbiamo scritto il programma – aveva detto poco prima nel suo intervento – insieme ai cittadini di Proceno, ascoltandoli, confrontandoci con loro in mesi di incontri pubblici tematici. Una cosa che non faceva più nessuno da decenni”.

 

E sono proprio i membri della lista ad illustrare i punti del programma dal palco, prima di tornare a rispondere alle domande dei Procenesi negli stand tematici allestiti nel bel cortile del Palazzo Sforza. Una lista eterogenea, in cui spicca la presenza di giovani mamme, ben quattro: e il richiamo alle future generazioni, quelle che dovranno vivere il paese che verrà, lo si vede ovunque, a cominciare dalle gigantografie dei bambini di Proceno che arredano gli stand e le pareti del palazzo. “Oggi presentiamo le conclusioni di un lungo lavoro di gruppo, dall’ascolto all’analisi all’individuazione delle priorità” prosegue la Pellegrini, che conclude il suo intervento in maniera inusuale, con una grande slide che proietta alle sue spalle un numero di cellulare, il suo: “chiamatemi – scandisce – il nostro lavoro è appena cominciato, e c’è bisogno del supporto di tutti”.

 

14maggio

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.