Via Francigena: l’impresa di Pietro arriva a Proceno

0

PROCENO – Ottocentotrenta chilometri in hand-bike sulla storica via Francigena. Pietro Scidurlo, 37 anni, disabile di Somma Lombardo è partito il 28 marzo dal suo paese di origine con altri quattro amici dell’associazione Free Wheels, con l’obiettivo di raggiungere Roma percorrendo la via Francigena in 14 tappe, 2 settimane di intensa fatica e ostacoli da superare.

 

Dopo aver attraversato Lombardia, Emilia Romagna e Toscana, la prima tappa laziale del percorso ciclabile ufficiale della Francigena sarà il paese di Proceno il prossimo 8 Aprile.

 

Un progetto importante quello di Pietro e di Free Wheels che noi procenesi ci sentiamo orgogliosi di accogliere; l’obiettivo è rendere accessibile a tutti uno dei più importanti cammini d’Europa. Una sua frase ormai diventata celebre raccoglie lo scopo dell’iniziativa: “Le barriere più grandi sono quelle della mente”.

 

Questo progetto non poteva trovare cornice migliore dell’anno del Giubileo della Misericordia.

 

Ad accoglierlo presso l’elegante location del Castello di Proceno, il sindaco Dino Cesarini e le due associazioni culturali del borgo: pro-loco e Vivi Proceno.

 

L’iniziativa oltre ad essere promossa da Free Wheel Onlus è promossa anche dall’intergruppo parlamentare “Amici della Via Francigena” che ha come capogruppo l’On. Alessandra Terrosi, impeccabile nel suo lavoro di promozione e sviluppo di questa realtà che attraversa i nostri territori.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.