“L’Inps paga con ritardi allucinanti”

0

VITERBO – “Abbiamo la documentazione necessaria per dimostrare quanto sostenuto, ossia che l’INPS di Viterbo paga con ritardi allucinanti gli assegni familiari (alcuni in attesa dal 25 giugno 2015), TFR e crediti di lavoro (dai 6 ai 12 mesi), NASPI e Cassa integrazione (dai 3 ai 4 mesi). Anche per i congedi straordinari (Legge 104), i ritardi vanno dai 5 ai 6 mesi. Ritardi nel pagare quanto dovuto oppure mesi per lavorare una pratica”. A dichiararlo, in risposta all’INPS di Viterbo, è Giancarlo Turchetti (foto), Segretario Generale della Uil di Viterbo.

 

“Siamo pronti a dimostrarlo – prosegue Turchetti – carte alla mano. Anche in un confronto con l’Istituto. Inoltre, sappiamo benissimo che gli assegni familiari vengono pagati dal datore di lavoro in busta paga, ma ci sono assegni che devono essere pagati direttamente dall’INPS, come ad esempio per i collaboratori domestici. Infine, le carte che abbiamo sono tutte complete. Il punto è che poi non vengono lavorate dall’INPS di Viterbo. È legittimo – conclude Giancarlo Turchetti – difendere le proprie posizioni, ma le cose non stanno come dice l’INPS di Viterbo. E le carte lo dimostrano. E, come sempre, dimostrano anche cosa succede ad un lavoratore quando perde il lavoro”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.