Avvocati a scuola all’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia

0

TARQUINIA – Con una lezione sul diritto internazionale, pubblico e privato, e sul diritto umanitario, con particolare riferimento allo status di “rifugiato”, si è concluso, presso l’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, il progetto “Avvocati a scuola” organizzato dal Circolo Forense Cornetano. L’iniziativa, giunta al secondo anno consecutivo, è nata grazie alla collaborazione tra l’istituto scolastico cittadino e gli avvocati tarquiniesi che sono scesi tra i banchi per diffondere la cultura giuridica tra i più giovani, in particolare tra gli alunni che frequentano il liceo in cui non è previsto l’insegnamento del diritto.

 

Un progetto assolutamente inedito, ideato e organizzato dal Circolo Forense Cornetano e realizzato grazie alla partecipazione del dirigente Laura Piroli che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa. La convenzione, stipulata tra il circolo forense e l’istituto scolastico, ha previsto un ciclo di sei incontri tematici in materia giuridica, rivolti agli alunni delle classi terze, quarte e quinte dei licei classico e scientifico nonché agli alunni delle classi quinte degli istituti tecnici, finalizzati all’acquisizione di competenze di base nei vari settori del diritto. Nel corso dell’anno scolastico 2014/15 gli incontri tematici hanno trattato alcuni argomenti di diritto penale e procedura penale, diritto del lavoro e diritto sindacale, diritto penitenziario e l’esecuzione della pena, il concetto di diritto e giustizia e l’avvocatura olistica, il tema delle unioni civili, della promessa di matrimonio e del regime patrimoniale dei coniugi e, per concludere, il diritto internazionale. Le lezioni sono state tenute dagli avvocati Roberta Papalini, Cinzia Rossi, Alfio Faranda, Giulio e Giancarlo Piras, Giancarlo Capitani, Carlo Alfano e Sabina Zocco.

 

L’incontro sul diritto penale ha visto la prestigiosa partecipazione del sostituto procuratore della repubblica dott. Antonino La Rosa, recentemente scomparso, che in modo chiaro e semplice ha illustrato ai ragazzi alcuni aspetti fondamentali del processo penale. «Ringrazio tutti gli avvocati che hanno collaborato – dichiara la dirigente Laura Piroli – e in particolare la professoressa Cinzia Rossi, anche lei avvocato, per la cura con la quale segue ed organizza questa attività altamente qualificante per il nostro Istituto». Il progetto, che ha visto la partecipazione interessata e assidua di numerosi studenti, a cui è stato rilasciato un attestato e riconosciuto un credito formativo, ha rappresentato per gli avvocati del Circolo Forense un’esperienza assolutamente nuova ed entusiasmante che ha permesso loro di venire a contatto con il mondo giovanile e con le sue problematiche. Per gli studenti, invece, è stata un’interessante occasione per venire a contatto con la cultura giuridica attraverso esempi pratici e l’analisi di fatti di cronaca al fine di comprendere la stretta relazione che esiste tra il diritto e la vita quotidiana di ognuno di noi.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.