Italian Film Festival: Viterbo e il grande cinema protagonisti a Berlino

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Torna l’appuntamento con l’Italian Film Festival Berlin, la rassegna cinematografica dedicata alle pellicole italiane che, per il terzo anno consecutivo, si pone come obiettivo quello di pubblicizzare la cultura e il cinema italiano all’estero.

 

In programma dal 2 al 4 ottobre, il festival sarà preceduto da una prestigiosa anteprima, in programma nella serata del 1° ottobre presso l’ambasciata italiana a Berlino; ospiti d’onore, Carlo Verdone e Rocco Papaleo, due dei tanti ed importanti nomi che la macchina organizzativa del Festival, diretto da Mauro Morucci, è riuscita a portare nella capitale tedesca.

 

La tre giorni cinematografica, come accennato in precedenza, prenderà il via venerdì 2 ottobre presso lo storico Cinema Babylon, situato nel centro di Berlino.

 

Quest’anno però, a differenza delle precedenti edizioni, l’Italian Film Festival Berlin potrà beneficiare dell’intera struttura, ovvero, di una sala principale da ben 600 posti (sede degli eventi principali), e di due sale più piccole da 80 e 60 posti, che andranno ad ospitare proiezioni di minore impatto.

 

Sedici le proiezioni totali, tutte in lingua italiana, con la presenza di sottotitoli in inglese.

 

La giornata inaugurale del 2 ottobre sarà dedicata a Carlo Verdone, con la proiezione del documentario “Carlo!”, seguito da un incontro con l’attore romano e dalla proiezione del film “Sotto una buona stella”. Verdone sarà inoltre al centro di un progetto ancor più strutturato della durata di un mese e mezzo, che vedrà i suoi più grandi film essere proiettati in altri tre cinema di Berlino.

 

Oltre a Verdone, ospiti prestigiosi della rassegna saranno Edoardo Leo, Daniele Silvestri e Rocco Papaleo, con quest’ultimo protagonista della serata finale.

 

“Quella che ci accingiamo a vivere – afferma Mauro Morucci – sarà la nostra terza esperienza a Berlino; un’edizione, questa, da noi molto attesa, che prende le mosse dal riscontro sempre più crescente avuto nelle precedenti esperienze. Lo scorso anno abbiamo registrato circa 2000 presenze. Speriamo ovviamente che in questa edizione il trend possa essere ancor più positivo”.

 

Notevolmente entusiasta per l’imminente appuntamento si è detto anche il presidente della Fondazione Carivit, Mario Brutti, da sempre vicino alla kermesse cinematografica made in Tuscia: “Grazie all’Italian Film Festival – sottolinea Brutti – il cinema italiano inizia a divenire, in quel di Berlino, una presenza costante e sempre più conosciuta. Per tale ragione non possiamo continuare ad essere vicini a questa splendida realtà, che merita senza dubbio di essere supportata”.

 

A sostegno del festival del cinema italiano a Berlino continua ad essere presente anche Confartigianato Viterbo, realtà territoriale che ha sempre creduto nel cinema come veicolo di promozione del territorio. “Sulla scia del grande successo del Tuscia Film Fest – afferma il direttore di Confartigianato Viterbo, Andrea De Simone – proseguiamo con entusiasmo ad essere vicini a questa grande iniziativa. Un’iniziativa che, oltre ai tanti tedeschi e italiani presenti Germania, vedrà quest’anno una nutrita partecipazione da parte dei viterbesi, che hanno già prenotato dei pacchetti turistici per essere presenti all’evento”.

 

Alla presentazione ufficiale della kermesse è intervenuto anche l’assessore comunale Andrea Vannini, che ha tenuto a manifestare tutta la propria ammirazione per l’evento cinematografico: “Il fatto che il cinema italiano possa essere presente in Germania grazie a un’iniziativa tutta viterbese – spiega Vannini – non può che riempirci d’orgoglio. Alla luce di ciò, auspico che si possa presto creare una sinergia tra le varie realtà del territorio, che possa contribuire ad accrescere l’appeal di Viterbo e della Tuscia in Europa”.

 

Grande attenzione al cinema italiano, dunque, ma non solo. La Tuscia e il Lazio avranno infatti un ruolo da protagonisti, attraverso due ulteriori eventi: il primo è la mostra “Lazio, la grande bellezza”, curata da Franco Grattarola e dal fotografo Francesco Galli. Tale mostra sarà caratterizzata dall’esposizione di dieci pannelli raffiguranti alcune location del Lazio (interessate da film di successo) e alcuni attori nati nella nostra regione: Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida, Marcello Mastroianni e Alberto Sordi. Sei dei dieci pannelli sono invece relativi a luoghi della Tuscia che hanno fatto da teatro a pellicole che hanno scritto la storia del cinema: tra questi spiccano Civita di Bagnoregio e il Parco dei Mostri di Bomarzo. A questa prima mostra se ne affiancherà una seconda, a firma di Francesco Galli, dal titolo “Città perdute”, relativa ai centri abbandonati dell’Alto Lazio.

 

Le due mostre, così come il Festival, verranno accompagnate da un angolo, sito all’interno del Cinema Babylon, dedicato ai prodotti enogastronomici tipici del nostro territorio.

 

Insomma, una vera e propria offerta a 360° gradi, che sarà certamente in grado di rappresentare e promuovere al meglio Viterbo e l’Italia nel cuore pulsante della capitale tedesca.

 

Italian Film Festival – Programma

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.