Dibaf-Unitus presente all’European Maker Faire 2016 con il Raspi-Lab

0

 

VITERBO – L’Università degli Studi della Tuscia con il Dipartimento per la Innovazione nei sistemi biologici, agroalimentari e forestali (DIBAF) sarà presente al MAKER FAIRE di Roma che si svolgerà dal 14 al 16 Ottobre alla Fiera di Roma.

I MAKER FAIRES sono eventi annuali di argomento tecnologico nei quali vengono esposte soluzioni innovative open-source. I MAKER FAIRES più famosi sono organizzati a San Mateo (California), Detroit, New York e Roma. Proprio a Roma viene organizzato l’unico evento europeo (lo European Maker Faire) al quale l’Università degli Studi della Tuscia con il DIBAF è stata invitata a partecipare come espositore. Ci saranno invenzioni in campo scientifico, tecnologico, biomedicale, della manifattura digitale, internet delle cose, alimentazione, clima ed automazione.

L’UNITUS presenterà il RASPI-LAB: uno strumento altamente tecnologico e innovativo. Il suo nome deriva da Raspberry ,è un microcomputer, e da CIELab lo spazio di colore. Serve per analisi di immagine e colore su alimenti (completamente programmabile tramite interfaccia agnostica di programmazione). Verrà usato da ricercatori e nel settore dell’industria alimentare. E’una periferica per l’analisi computer vision e in particolare serve per controlli di qualità, tecnologici alimentari.

L’invenzione è scaturita da una lunga e minuziosa ricerca dei professori Riccardo Massantini e Roberto Moscetti ed ha vinto la “CALL FOR UNIVERSITIES AND RESEARCH INSTITUTES”. Il RasPi-Lab è in grado di analizzare colore, forma e dimensioni di prodotti alimentari. L’invenzione è un set-up con oltre 2500 algoritmi di analisi di immagine e può essere impiegata per valutare fenomeni di imbrunimento, grado di maturazione, presenza di danni, fisiopatie ed infine monitorare la shelf life degli alimenti.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.