Grande successo a Marta per la IV edizione del “Premio Scrapante” (foto)

0

MARTA – Nella Sala Consiliare del Comune sono stati consegnati i riconoscimenti istituiti per valorizzare i principi di solidarietà, correttezza e semplicità nella vita sociale. Hanno ricevuto il premio 8 personalità della Tuscia e 10 cittadini martani.

 

La cerimonia, condotta dal giornalista Daniele Carioti, ha visto la partecipazione di una grande folla che ha gremito l’intera sede comunale, condividendo lo spirito di grande e commossa partecipazione che ha caratterizzato l’evento. Fra i martani, grandi ovazioni per i centenati Mario Volpi e Mario Prugnoli, e alla fine, per il Parroco Don Roberto Fabbiani.

 

Le artistiche targhe e le Pergamene Martane sono state consegnate dal Vice Sindaco Lacchini, dal Presidente del Premio Giacomo Carioti, dai garanti prof. Attilio Mancini e comm. Romualdo Luzi, dal responsabile organizzativo Ludovico Greco. Il tenore Roberto Meatta si è esibito in apertura e chiusura, eseguendo l’aria “M’apparì” dall’opera “Marta” di Flotow, inno del Premio Scrapante.

 

TUTTI I PREMIATI E LE MOTIVAZIONI

PREMIATI TUSCIA

 

MARCO D’AURELI
Saggista e documentarista, lavora per la memoria delle tradizioni nella Tuscia, favorendo un legame di cultura e di sentimento fra le diverse generazioni, in uno spirito di armoniosa continuità. Dirige due fondamentali istituzioni locali: il “MUSEO DELLA TERRA” di Latera ed il “MUSEO DEL BRIGANTAGGIO” di Cellere.

 

MARCO MARCOTULLI
Fotografo e regista romano, ha realizzato importanti documentari sulle tradizioni della Maremma Laziale e del Viterbese, per la memoria storica e la valorizzazione di usi e costumi locali, come, fra gli altri, i Riti della Settimana Santa a Latera, il Pranzo del Purgatorio di Gradoli e il Solco Dritto di Valentano.

 

BONAFEDE MANCINI
Studioso, saggista, puntuale e scrupoloso divulgatore del patrimonio culturale della Tuscia. Amato ed apprezzato docente del Liceo “Ruffini” di Viterbo, ha improntato la sua didattica alle memorie e alle tradizioni popolari, rendendo i suoi studenti veri coautori del progetto “Fare Storia”.

 

FRANCESCA CECI
Archeologa di valore, ideatrice del Centro di Archeologia Sperimentale “Antiquitates”, cura le attività editoriali dei Musei Capitolini. Autrice di importanti testi, è animata da sincera inestinguibile passione per la Tuscia e la sua gente, che segue con straordinaria competenza e autentico spirito popolare.

 

ASSOCIAZIONE SOCIO CULTURALE FARNESE E TUSCIA VITERBESE
Sodalizio animato da un grande fervore di idee e di iniziative, incentrate sulla valorizzazione della storia e della tradizione della città di Farnese e della intera Tuscia. Orientata al femminile, questa Associazione si afferma nell’ideale continuità dell’opera creativa della Donna Etrusca.

 

ALESSANDRO MENGHINI
Già Professore ordinario di Botanica Farmaceutica presso l’Ateneo di Perugia è Autore di importanti pubblicazioni. Ha ideato nel 1996 l’ORTO MEDIEVALE con il libro “IL GIARDINO dello SPIRITO”. Ha curato per Aboca “IL GIARDINO di DIO” sulla armonia francescana della natura. Illustre figlio della Tuscia, unisce alla vasta cultura profonde doti di onestà, semplicità e disponibilità.

 

PIETRO BENEDETTI
Appassionato custode della più alta tradizione poetica della Tuscia, divulgatore instancabile di quel sublime “canto” che racchiude e diffonde il valore di un popolo, le sue più nobili radici, il suo carattere, il suo inestinguibile spirito di gioiosa fratellanza.

 

VINCENZO DE BENEDETTI
Originario di Marta, ha operato a Montefiascone e nel Viterbese come insegnante di materie letterarie e poi come Dirigente Scolastico. Di riconosciute altissime qualità morali e professionali, ha sempre promosso con strenuo impegno l’istruzione e l’educazione dei giovani: un esempio per tutti i Docenti e i Dirigenti della Scuola Pubblica.

 

MEDAGLIA E PERGAMENA MARTANA

 

MARIO PRUGNOLI “ZI’ MARIO”
Storico custode e curatore della devozione Mariana nella Grotta delle Apparizioni, ha sempre vissuto con semplicità e sincerità di cuore. Non ha mai mancato la partecipazione attiva alla Festa della Madonna del Monte, quale venerando Decano e simbolo di attaccamento filiale.

 

MARIO VOLPI “TRENTO”
Recentemente festeggiato per il raggiungimento dei 100 anni di età, incarna la vocazione all’ottimismo e alla inesauribile energia del Popolo Martano, qualità alle quali ha improntato tutta la sua vita, e che oggi conferma con immutato vigore.

 

GIULIANO ROCCHI “BITTER”
Storico animatore della vita pubblica Martana e attuale Presidente della “Pro Loco”. E’ stato ideatore e suscitatore di innumerevoli eventi e di iniziative entrati nella tradizione e divenuti, ad ogni nuova stagione, motivo di attesa e di richiamo, per i Martani e i turisti di ogni dove.

 

FRANCESCO ONORI
Prezioso e puntuale divulgatore della attualità Martana, divulgatore di informazioni, opinioni e commenti, attraverso il corretto e tempestivo uso del “social network”, capace di coniugare efficacemente il senso della tradizione con le più attuali forme di comunicazione.

 

DANIELE PRUGNOLI
Giovane quotidianamente impegnato all’interno della Comunità Martana, con spirito di servizio e con spontanea dedizione, esempio di altruismo, di generosità e di disponibilità. Un bravo Martano su cui l’intera Comunità può sempre contare.

 

IMPERO MONTECCHI
Esempio di tradizionale personalità Martana, con una vita interamente dedicata al lavoro, alla famiglia, alla Comunità, con inalterato spirito di servizio, semplicità di vita, illuminata modestia e nobile riserbo.

 

ELISABETTA SASSARA
Giovane Martana da sempre impegnata nella aggregazione sociale, e nella organizzazione di eventi ormai entrati nella consuetudine e nella tradizione. Rappresenta un bellissimo esempio di dedizione ai Valori della Comunità, ai quali orienta le sue e le altrui energie.

 

BIAGIO PESCI “BELLAFANTE”
Da tutti apprezzato, è un esempio di lavoratore Martano assiduo e coscienzioso, ma che non dimentica il valore del volontariato e della solidarietà. Come tanti altri Martani, dedica gran parte del suo tempo e delle sue energie a favore di chi ha più bisogno.

 

CESARE ROCCHI “PERSICHETTA”
Figura carismatica del lavoro Martano. Ogni casa di Marta conserva una sua traccia, dalla più piccola riparazione alla più impegnativa costruzione. Esperienza e alla abilità, bonarietà e simpatia: un punto di riferimento per tutti.

 

DON ROBERTO FABBIANI
Parroco di Marta, è l’instancabile animatore della religiosità e della devozione popolare. Per le sue doti di familiarità, spontaneità, umanità e disponibilità raccoglie il rispetto, la riconoscenza e l’affetto dell’intera Comunità Martana.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.