I giardini della Tuscia in una guida targata Touring Club Italiano e Associazione Parchi e Giardini Italiani

0

 

VITERBO – Il Touring Club Italiano e l’Associazione Parchi e Giardini Italiani ci propongono un viaggio attraverso la bellezza tra natura e artificio. Lo fanno nel modo più pratico e persuasivo; con un’agile guida di recente pubblicazione (giugno 2016) “L’Italia dei giardini” (Aa.Vv.) che viene presentata a Viterbo il 14 ottobre a Palazzo Brugiotti alle ore 16,30 per iniziativa del locale consolato del Tci.

Un prezioso manuale di facile e rapida lettura, supportato da foto e cartine esplicative, che passa in rassegna ville, palazzi, parchi, orti e giardini (oltre 300) del Belpaese, dal Palazzo Reale di Torino al Parco di Donnafugata di Ragusa, indugiando, per nostra soddisfazione, sulle quattro eccellenze di casa Tuscia: Villa Lante di Bagnaia, Sacro Bosco di Bomarzo, Palazzo Farnese di Caprarola e Castello Ruspoli di Vignanello (ha anche il privilegio di stare in copertina).

Presentano la guida Alberta Campitelli , vice presidente vicario dell’Apgi, Vincenzo Cazzato presidente del comitato scientifico dell’Apgi e Sofia Varoli Piazza autrice dei testi riguardo al Viterbese. Modera l’incontro il console di Viterbo del Touring Club Vincenzo Ceniti (foto).

La guida, annota in prefazione il presidente del Touring Club Franco Iseppi, non fa altro che perpetuare il nostro impegno di una più sistematica e rigorosa documentazione per chi desidera frequentare questi luoghi, ma è anche uno stimolo per chi non l’ha ancora fatto in misura adeguata fino ad ora, forse perché non in possesso di informazioni sufficienti.

Giardini storici in Italia, ricorda il presidente dell’Apgi Paolo Pejrone, ne esistono ancora molti e conoscerli e visitarli è certamente il primo passo per proteggerli.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.