“Io non rischio”, successo per l’iniziativa di prevenzione in Piazza del Plebiscito

0

 

VITERBO – Io non rischio. Successo per l’iniziativa che ha visto lo scorso fine settimana scendere in piazza i volontari dell’Unità Cinofila da Soccorso Viterbo (in rappresentanza della U.C.I.S. – Unità Cinofile Italiane da Soccorso) e del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Viterbo.

L’iniziativa nazionale, che ha coinvolto durante il week end circa sette mila volontari e 700 piazze d’Italia, a Viterbo ha fatto tappa a piazza del Plebiscito. Un appuntamento che per il sesto anno consecutivo ha visto in campo il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica per una campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali, che interessano il nostro Paese, con l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. A poco meno di due mesi dal sisma che ha colpito il centro Italia, il mondo del volontariato, che insieme al Servizio nazionale della protezione civile è in prima linea nella gestione dell’emergenza, si è fatta portavoce delle buone pratiche di prevenzione dei rischi.

“Durante le giornata di sabato e domenica – ha spiegato l’assessore alla protezione civile Maurizio Tofani, dopo aver visitato il punto informativo di piazza del Plebiscito – i volontari dell’Unità Cinofila da Soccorso Viterbo e del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Viterbo hanno incontrato i cittadini, consegnato materiale informativo e risposto a domande riguardanti principalmente il rischio terremoto. Sono molto importanti queste iniziative, sia per promuovere la cultura della prevenzione, ma anche per far acquisire informazioni precise e chiare in merito a situazioni ascoltate nei telegiornali o lette sui quotidiani. Il lavoro svolto in questi due giorni dai volontari su tutto il territorio italiano è davvero prezioso. Ringrazio l’Unità Cinofila da Soccorso Viterbo, coordinata da Marco Brizi, e il Gruppo Comunale di Protezione Civile, coordinato da Paolo Riccitelli, che sono scesi in campo per promuovere la cultura della prevenzione nella nostra città. Un ringraziamento che estendo anche per il prezioso e strategico aiuto fornito in occasione del terremoto dello scorso 24 agosto”.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica. L’edizione 2016 ha coinvolto volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 27 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali. L’elenco dei comuni coinvolti nell’iniziativa è online sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, dove è inoltre possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.