‘Ippo in campo’, si concludono le attivita’ 2015

0

VITERBO – Giungono al termine le attività del 2015 del progetto di terapia per mezzo del cavallo “Ippo in campo”, avviato nel 2014 e promosso dal servizio di neuropsichiatria infantile del Distretto VT A della Ausl di Viterbo, di concerto con il Centro socio-riabilitativo “Luigi Capotorti”, la cooperativa sociale Alice con i suoi operatori formati nella riabilitazione equestre e i suoi educatori professionali, il maneggio dell’azienda Agrimus di Chiara Vetere in località Fontanil Nuovo a Tarquinia e con il patrocinio gratuito della Uisp (Unione italiana sport per tutti). L’iniziativa è rivolta a minori e adulti con disabilità psico-fisica, residenti nei comuni di Tuscania, Tarquinia e Montalto di Castro.

 

Lunedì 30 novembre alle ore 15, presso il maneggio Agrimus di Tarquinia, si terrà la festa conclusiva delle attività che hanno visto coinvolti da aprime a novembre i minori il lunedì e il martedì e gli adulti il giovedì. Tutti loro sono stati al centro di un progetto di interventi assistiti con gli animali (IAA) e seguiti costantemente da un’equipecomposta da educatori professionali e riabilitatori equestri della cooperativa sociale Alice con la sinergia dei referenti per i servizi Asl e comunali. Grande soddisfazione da parte dell’equipe, dei committenti e dei familiari per l’impegno, la partecipazione attiva e costante e gli ottimi risultati riscontrati.

 

Il cavallo svolge una funzione di “co-terapeuta” che favorisce lo sviluppo cognitivo ed emotivo-relazionale del bambino e dell’adulto con disabilità psico-fisica. Le attività svolte sono state: saluti in gruppo, pulizia e preparazione del cavallo, monta, riordino dei materiali e attività ludico-espressive laboratoriali. Tutte attività, queste, volte alla collaborazione tra pari, a favorire la relazione con il cavallo e a sperimentare nuove modalità di apprendimento e sperimentazione.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.