“Una mano al tuo ospedale” dona 10 letti bilancia al centro di nefrologia e dialisi di Civita Castellana

0

CIVITA CASTELLANA – L’associazione “Una mano al tuo ospedale” nei giorni scorsi ha donato 10 letti bilancia flessibili, modulabili, elettronici per emodialisi al centro di Nefrologia e dialisi dell’ospedale Andosilla di Civita Castellana.

 

L’apparecchiatura, dal valore di oltre 40mila euro, serve per eseguire i trattamenti di dialisi in sicurezza, consentendo di modificare la posizione supina dei pazienti, semplicemente agendo su alcuni tasti elettronici. Con questa nuova strumentazione, e a seguito anche di uno stanziamento di 23mila euro da parte della Asl di Viterbo, finalizzato a migliorare il trattamento delle acque in osmosi, il centro di Nefrologia e dialisi di Civita Castellana ha registrato in incremento significativo della qualità del servizio erogato.

 

“La struttura dell’Andosilla – spiega il direttore dell’unità operativa di Nefrologia e dialisi della Asl, Sandro Feriozzi – ora può essere a buon diritto classificata tra quelle al top per quanto riguarda il trattamento del paziente dialitico. Nello specifico, i nuovi letti bilancia consentono all’utente di assumere tre posizioni diverse, in modo da consentirgli il miglior confort possibile. Inoltre, sono in grado di interfacciarsi con il monitor della dialisi e di comunicare al professionista il peso esatto dell’assistito. Sono strumenti di ultimissima generazione di cui avevamo decisamente bisogno”.

 

Un significativo obiettivo raggiunto grazie all’impegno profuso dall’associazione “Una mano al tuo ospedale” che, proprio quest’anno, ha compiuto i suoi primi dieci anni di vita nel corso dei quali ha donato all’ospedale Andosilla strumentazioni e arredi per una somma che supera abbondantemente il milione di euro.

 

“Desidero ringraziare personalmente e per conto dell’Azienda – conclude Feriozzi – l’associazione, il presidente Luciano Caregnato e tutti gli abitanti di Civita Castellana, i quali sostengono l’attività di Una mano al tuo ospedale da quando è stata fondata. Dal momento in cui l’associazione è venuta a conoscenza della necessità che il nostro centro fosse dotato di nuovi letti bilancia, ho assistito personalmente a una forma di mobilitazione impressionante che, in pochi mesi, ha prodotto questo risultato veramente importante e che si riflette sulla qualità del tempo che i pazienti dializzati ogni giorno trascorrono nel loro ospedale. Anche grazie a questi gesti di estrema generosità, la nostra Asl è riuscita nel tempo pressoché ad azzerare la mobilità passiva per quanto riguarda la dialisi, risultando anche attrattiva nei confronti di numerosi utenti provenienti da fuori provincia”.

 

letti3

 

letti2

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.