Silvia Palozzi candidata alla Mela d’Oro, le congratulazioni di Ciambella, Panunzi e Moneta

0

VITERBO – “I miei più sinceri complimenti alla giovanissima ingegnere Silvia Palozzi, che si è conquistata questa candidatura alla “Mela d’Oro”. Silvia, con le sue qualità e la sua determinazione nello studio, rende orgoglioso l’intero territorio viterbese che può vantare donne con un successo scaturito dalla costanza e dall’impegno nel perseguire i propri obiettivi. Questo genere di riconoscimenti provenienti dal mondo scientifico e accademico, hanno il doppio valore di essere un sorta di lode per il lavoro passato e sprone per quello futuro.

Sono certa che Silvia avrà un futuro radioso e una carriera meritata, come è stato per Marisa Bellisario, prima manager donna in Italia nel campo delle telecomunicazioni e dell’informatica alla quale è ispirato il premio “Mela d’Oro”. In bocca al lupo, ingegner Palozzi!”

Luisa Ciambella (foto)
Vicesindaco di Viterbo

 

_________________________________________________________________________________________________

 

“Apprendere che Silvia Palozzi, ingegnere informatico di Canepina, è tra le giovani più promettenti d’Italia nel suo campo, è davvero una bella notizia perché dimostra che con l’impegno e la passione per il proprio lavoro si può arrivare lontano. Il premio Marisi Belisario, infatti, è tra i più prestigiosi d’Italia e va a quelle donne che si sono distinte nelle loro professioni sia a livello nazionale che internazionale. L’auspicio è quello che Silvia possa avere una vita professionale costellata di altri successi, le premesse ci sono tutte”.

 

Enrico Panunzi
Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

 

_____________________________________________________________________________________

 

“Faccio i complimenti a nome mio e dell’amministrazione comunale all’ingegnere informatico Silvia Palozzi, nostra concittadina e sorella dell’assessore alla Cultura Carlo Palozzi, entrata tra le finaliste del premio “Marisa Belisario – Donne ad alta quota”. Silvia, che si laureata con il massimo dei voti all’Università di Firenze, si è saputa distinguere in un campo molto difficile, dove la competizione è massima. Per Canepina, ovviamente, tutto ciò è motivo di vanto e soddisfazione essendo ancora una volta emerso il valore dei nostri giovani. A Silvia va l’augurio per un grande successo lavorativo con la speranza che la sua esperienza possa essere da esempio e stimolo per tutti i ragazzi che quotidianamente si sacrificano negli studi e nel lavoro”.

 

Aldo Maria Moneta
Sindaco di Canepina

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.