Stella Azzurra beffata a due secondi dalla fine

0

VITERBO – Sconfitta sul fil di sirena quella arrivata a Catanzaro per la Stella Azzurra Viterbo, che lascia i due punti ai padroni di casa dopo aver condotto nella seconda parte di gara un’altra grande rimonta che però questa volta non si è concretizzata completamente come la settimana scorsa ad Empoli. La Terra di Tuscia parte discretamente contro la Mastria Vending e conduce un primo quarto punto a punto che si conclude sul 19-16 per i locali.

 

Nella seconda frazione però la costruzione del gioco si inceppa. Non efficace circolazione di palla, basse percentuali di realizzazione e difesa non registrata come al solito. Catanzaro approfitta subito del momento negativo dei biancostellati ed allunga decisamente, lasciando a Marcante e soci solo sei punti contro i 15 propri che fissano il punteggio di metà gara sul 34-22.

 

La partita, come quella della settimana precedente contro l’USE è tutta in salita, ma la Stella è abituata a non abbattersi ed a crederci fino alla fine. Terzo quarto arrembante, difesa pressante e i viterbesi recuperano fino al -7, ma Carpanzano continua a martellare il canestro e la Stella chiude la frazione sotto ancora di 8 (45-53). L’ultimo quarto è il migliore per i ragazzi di Fanciullo (foto): dal -10 a seguito del solito canestro di Carpanzano, prima 4 punti di Giancarli e poi le conclusioni di Marsili, Peroni, Mathlouthi e Marcante riagganciano la Stella ai padroni di casa sul 58 pari. Mancano ancora poco meno di 5′ ed ora i biancoblu tentano di ripetere l’exploit di Empoli. 60 pari e poi tre bombe: la prima di Peroni alla quale risponde Carpanzano ed a seguire quella di Giancarli che fissa il +3 per la Terra di Tuscia a due giri di lancette dalla fine. Naso sbaglia due liberi sul quinto fallo di Mathlouthi e manca poco più di un minuto alla fine senza che il punteggio sia cambiato. Viterbo cerca il canestro che chiuda la sfida, ma sbaglia due volte, concedendo però 4 liberi negli ultimi spiccioli di incontro che prima Carpanzano (2/2) e poi Abassi (1/2) a meno di due secondi dalla fine trasformano nella vittoria per Catanzaro.

 

Amaro in bocca per la Stella Azzurra che se avesse ripetuto il finale di Empoli avrebbe collezionato la seconda vittoria esterna consecutiva ed una classifica realmente fantastica. Ma il basket è anche questo e comunque i ragazzi escono a testa veramente alta dal Palagiovino, consapevoli della qualità e della forza di questo gruppo al quale non si può contestare nulla, sia in termini di impegno che di risultati.

 

Ora testa alle prossime due terribili gare: domenica arriva al PalaMalè la capolista Eurobasket e poi si va a Palermo. I pronostici sono chiusi, ma questa Stella ci ha abituato alle imprese impossibili.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.