Un leone sulla maglia per aggredire la Lega Pro

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Anno nuovo maglia nuova per la Viterbese Castrense. Nel pomeriggio di lunedì, presso l’esercizio commerciale Sport Consult, sono state infatti presentate le nuove divise di gioco del club della Palazzina, che faranno il proprio debutto nella sfida del 6 gennaio in programma al Rocchi contro l’Ostiamare. La prima maglia è in piena continuità con le casacche della tradizione, essendo caratterizzata da bande verticali gialle e blu.

 

La prima maglia

La prima maglia

 

La seconda maglia, invece, vede una banda verticale centrale di colore giallo e blu su uno sfondo bianco. Ma la vera novità sta nel simbolo situato nella parte sinistra della divisa, poco sotto lo stemma della Viterbese Castrense.

 

La seconda maglia

La seconda maglia

 

Un leone che ruggisce, lo stesso caratterizzante il logo della attuale società, fa infatti bella mostra di sé, richiamando in tutta la sua maestosità il simbolo della città di Viterbo.

 

Una scelta estetica, quella apportata dal duo Paris – Marzoli (ideatori delle nuove maglie) che ha immediatamente ricevuto i consensi di giocatori, addetti lavori e di diversi tifosi, alcuni dei quali non hanno voluto mancare alla presentazione delle nuove maglie.

 

IMG_9975

 

“La maglia è bellissima – ha commentato il patron della Viterbese Piero Camilli – e spero ci possa portare fortuna per il prosieguo del campionato. Il motivo di questa nuova maglia? Ritenevo che fosse giunto il momento di dare un nuovo look alle nostre divise, fornendole un tono ancor più professionistico. Come vedete ce la stiamo mettendo tutta per far crescere questa slocietà sotto ogni aspetto; ora però starà ai giocatori essere protagonisti in campo, lottando in ogni partita con le unghie e con i denti come quel leone che da mercoledì inizieranno a portare sulla maglia”.

 

Al termine dell’incontro Piero Camilli ha ricordato Antonio Mecarini, Gino Sozio e l’avvocato Natale Fiorentini, tifosi storici della Viterbese recentemente scomparsi. In onore dei tre i gialloblù scenderanno in campo contro l’Ostiamare con il lutto al braccio.

 

Piero Camilli

Piero Camilli

 

Mister Nofri il team manager Cusi e il ds Racioppa

Mister Nofri il team manager Cusi e il dg Racioppa

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.