Tre vasti incendi a Tarquinia nella notte del 23 agosto

0

 

TARQUINIA – Tre vasti incendi a Tarquinia nella notte del 23 agosto. Spenti dai Vigili del Fuoco con i volontari AEOPC, Gruppo comunale e Prociv Vulci 1 Montalto.

Tutti i focolai rimasti sono ormai spenti e si tirano le fila di una nottata intensa di lavoro, quella del 23 agosto a Tarquinia dove tre vasti incendi hanno colpito il territorio di Tarquinia. Un grande incendio con decine di ettari di macchia mediterranea sono andati in fumo nelle campagne del Cavone nei pressi dell’Aurelia bis, l’altro di notevoli dimensioni presso i boschi dell’Ancarano ed infine un campo di sterpaglie in Via G.Falcone a pochi passi dal Centro commerciale Top16.

Tutto è ritornato alla normalità stamani verso le 04.30 circa, dopo che le squadre dei Vigili del Fuoco con i volontari dell’AEOPC, Gruppo comunale e Prociv Vulci1 Montalto hanno effettuato instancabilmente tutte le operazioni di spegnimento e attenta bonifica delle diverse aree coinvolte dalle fiamme. Il forte vento infatti ha propagato gli incendi scatenando fiamme alte che hanno bruciato tutto quello che hanno incontrato. Gli operatori antincendio hanno lavorato in stretto contatto con la Sala Operativa Regionale, tenendo al corrente della situazione il Sindaco Mauro Mazzola e il Vice Sindaco Renato Bacciardi. Quest’ultimo è rimasto costantemente al telefono con i volontari AEOPC fino al termine delle operazioni. Anche il Direttore dell’Agenzia Regionale Arch. Gennaro Tornatore a più riprese nel corso della notte è stato tenuto al corrente dell’evolversi degli eventi. Vanno ricordati anche i Consiglieri dell’Università Agraria Simona Bellatreccia e Manuel Catini che oltre a fare alcune importanti segnalazioni sono stati sempre in contatto con le squadre sul posto visto le enormi colonne di fumo che hanno sovrastato per alcune ore l’intero territorio. Un ringraziamento anche a Stefano Tienforti de Lextra che in tempo reale ha pubblicato le notizie che arrivavano dalle zone degli incendi. È chiaro che questa nottata dovrà essere da monito per dare maggiore sensibilità alla lotta agli incendi boschivi, mettendo soprattutto in evidenza che in questo particolare periodo non possono e non devono essere accesi fuochi spontanei ed isolati, altresi invitiamo ancora una volta a segnalare tempestivamente qualsiasi principio di incendio o fumo avvistato, chiamando h24 il numero verde 803555 della Sala operativa di Protezione Civile della Regione Lazio.re vasti incendi a Tarquinia nella notte del 23 agosto. Spenti dai Vigili del Fuoco con i volontari AEOPC, Gruppo comunale e Prociv Vulci1 Montalto.

Tutti i focolai rimasti sono ormai spenti e si tirano le fila di una nottata intensa di lavoro, quella del 23 agosto a Tarquinia dove tre vasti incendi hanno colpito il territorio di Tarquinia. Un grande incendio con decine di ettari di macchia mediterranea sono andati in fumo nelle campagne del Cavone nei pressi dell’Aurelia bis, l’altro di notevoli dimensioni presso i boschi dell’Ancarano ed infine un campo di sterpaglie in Via G.Falcone a pochi passi dal Centro commerciale Top16.

Tutto è ritornato alla normalità stamani verso le 04.30 circa, dopo che le squadre dei Vigili del Fuoco con i volontari dell’AEOPC, Gruppo comunale e Prociv Vulci1 Montalto hanno effettuato instancabilmente tutte le operazioni di spegnimento e attenta bonifica delle diverse aree coinvolte dalle fiamme. Il forte vento infatti ha propagato gli incendi scatenando fiamme alte che hanno bruciato tutto quello che hanno incontrato. Gli operatori antincendio hanno lavorato in stretto contatto con la Sala Operativa Regionale, tenendo al corrente della situazione il Sindaco Mauro Mazzola e il Vice Sindaco Renato Bacciardi.

Quest’ultimo è rimasto costantemente al telefono con i volontari AEOPC fino al termine
delle operazioni. Anche il Direttore dell’Agenzia Regionale Arch. Gennaro Tornatore a più riprese nel corso della notte è stato tenuto al corrente dell’evolversi degli eventi. Vanno ricordati anche i Consiglieri dell’Università Agraria Simona Bellatreccia e Manuel Catini che oltre a fare alcune importanti segnalazioni sono stati sempre in contatto con le squadre sul posto visto le enormi colonne di fumo che hanno sovrastato per alcune ore l’intero territorio. Un ringraziamento anche a Stefano Tienforti de Lextra che in tempo reale ha pubblicato le notizie che arrivavano dalle zone degli incendi. È chiaro che questa nottata dovrà essere da monito per dare maggiore sensibilità alla lotta agli incendi boschivi, mettendo soprattutto in evidenza che in questo particolare periodo non possono e non devono essere accesi fuochi spontanei ed isolati, altresi invitiamo ancora una volta a segnalare tempestivamente qualsiasi principio di incendio o fumo avvistato, chiamando h24 il numero verde 803555 della Sala operativa di Protezione Civile della Regione Lazio.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.