Festa della Madonna della Folgore, a Vetralla un weekend all’insegna di forti tradizioni

0

 

VETRALLA – “La festa della Madonna della Folgore è un momento atteso da tutti, l’occasione per tutti di tornare nel bosco delle Valli per il culto, per le tradizioni, per la voglia di stare insieme. Nei giorni della festa tutti offrono qualcosa, dai più piccoli agli anziani, tutti donano qualcosa per la “Madonnina” com’è uso chiamarla. Per l’occasione le Contrade partecipano alla Santa Messa e alle ricorrenze dipreparazione ad essa, all’infiorata soprattutto, che senza dubbio è una delle più belle e ricche di significato della provincia.

Con i festeggiamenti la popolazione ricorda l’evento che ha dato i natali alla chiesa e cui è legato il nome della Folgore, la storia narra che durante un temporale estivo un fulmine cadde su un albero dove ai piedi era stata collocata, dai Lancieri di Montebello nel luogo per un campo estivo, un’edicola con l’immagine della Madonna per la messa domenicale, senza che nessuno avesse a patire nemmeno un graffio.

Intorno all’immagine miracolosamente integra dal fulmine, da tutti subito chiamata Madonna della Folgore, fu edificata la chiesa.

Ancora oggi da molti questo è considerato un evento miracoloso.

La festa della Folgore si radica dunque nel sentire religioso del territorio, ma è anche promotrice di quei valori che la società moderna fa fatica a riconoscere, e che nelle piccole realtà e nelle contrade sono sentiti e vivi.

È anche grazie all’opera di Don Paolo che negli ultimi anni questa tradizione ha acquisito nuovo lustro, arricchita da nuove iniziative come la processione nelle contrade del Venerdì e l’istituzione della nuova “confraternita” dei Portatori, che si affianca a quella delle Sorellanza della Madonna della Folgore.

Accanto alle celebrazioni religiose il Comitato festeggiamenti, comitato ormai storico, formato per la costruzione della chiesa nel 1955 e che non ha mai avuto momenti di interruzione, organizza i festeggiamenti laici, anch’essi nello spirito della tradizione, con balli in piazza, giochi e rappresentazioni tradizionali. Il tutto all’interno di un bosco considerato anch’esso tra i più belli dei monti Cimini.

Per tutti i vetrallesi, ma anche per i visitatori e i turisti, si apre quindi un weekend all’insegna di forti tradizioni religiose e festeggiamenti tradizionali, dove rilassare la mente e il corpo da tutto lo stress che attanaglia la vita moderna”.

Dario Bacocco
Presidente del comitato festeggiamenti

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.