Vetralla, M5S: “Regolamento sull’ornato da migliorare, rendere il paese più bello per abitanti e turisti deve essere l’obiettivo finale”

0

VETRALLA – “Abbiamo partecipato all’evento organizzato giovedì scorso dal Comune di Vetralla sull’ornato cittadino. Per prima cosa ci complimentiamo per aver deciso di creare un momento d’incontro e confronto tra amministrazione e cittadini.

Comunicare, spiegare e ascoltare devono essere il “modus operandi” di qualsiasi amministrazione che ha come unico fine quello di tutelare il bene comune. La bellezza di un centro storico, di un paesaggio, di un territorio è proprio uno di quei “beni comuni” che vanno protetti a beneficio di tutti, anche delle future generazioni.

Quando si aprono le porte del Comune, i cittadini rispondono: nonostante il periodo estivo e la scarsa pubblicità all’evento, cittadini e addetti ai lavori che hanno deciso di partecipare sono stati numerosi.

Con l’occasione vogliamo anche applaudire ai membri del “Comitato sull’ornato”, un gruppo di cittadini e professionisti che hanno messo a disposizione le loro competenze in maniera gratuita fornendo spunti di riflessione e suggerimenti che poi saranno analizzati e magari messi in pratica dall’amministrazione comunale.

L’attuale regolamento dell’ornato è stato approvato all’unanimità nel 2013, nonostante ciò oggi l’attuale maggioranza (che all’epoca era all’opposizione) si è resa conto che esistono molte imprecisioni e miglioramenti da effettuare.

Le idee principali, che sono state illustrate durante l’incontro, sono quelle di ridurre l’area cui il regolamento fa riferimento alle aree maggiormente storiche, eseguire una ricognizione fotografica per compiere controlli futuri, elevare sanzioni e migliorare la comunicazione.

A nostro parere ciò che effettivamente è mancato in questi anni è un vero e proprio “Piano di applicazione” del regolamento, dove mettere nero su bianco le azioni utili alla diffusione della conoscenza del regolamento. Avere delle regole che nessuno conosce e che nessuno controlla è totalmente inutile.

Sarebbe opportuno creare delle convenzioni con i produttori, installatori e professionisti locali. L’edilizia e la ristrutturazione possono essere degli ottimi volani economici. Questi professionisti potrebbero partecipare a degli incontri informativi, ricevere una sorta di “bollino” in modo che il cittadino possa rivolgersi con maggiore tranquillità. Magari una riduzione delle tasse locali a tali professionisti potrebbe tramutarsi in uno sconto sull’acquisto, con un beneficio complessivo di tutti.

Altro aspetto, per noi veramente importante, è quello di dare una vocazione turistica a tale regolamento. Troviamo pericoloso ridurre troppo le aree dove il regolamento è applicato, il rischio è di lasciare troppa libertà a chi vive in altre aree. Bisogna considerare che casali storici, zone d’interesse turistico o di passaggio dei pellegrini si trovano anche al di fuori delle zone considerate “centro storico”. Diventerà quindi di basilare importanza il piano regolatore, dove il regolamento dell’ornato dovrà essere un ulteriore sviluppo.

Ovviamente per chiedere ai cittadini di impegnarsi maggiormente per rendere il nostro paese più “bello” e vivibile è imperante dare il buon esempio e la nuova amministrazione dovrà dimostrare di prendersi carico della manutenzione del decoro urbano, delle piazze, dei monumenti e delle fontane.

Solo così potremo godere un giorno di una città che possa assomigliare a un borgo Toscano o Umbro con tutti i benefici sulla qualità di vita ed economici che ne possano scaturire”.

M5S Vetralla

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.