“Furto alla chiesa di Santa Barbara, un gesto che oltraggia la città”

0

VITERBO – “Solo pochi giorni fa, il Comando Provinciale dei Carabinieri ha notificato una significativa diminuzione dei furti nella Tuscia, con un netto calo dei “reati predatori” grazie anche ai numerosi controlli nei confronti di mezzi e persone che hanno circolato nella provincia, in modo particolare nei comuni di Graffignano, Vitorchiano, Bomarzo e Celleno.

Evidentemente, tale azione repressiva e preventiva non ha ottenuto lo stesso positivo risultato sul territorio di santa Barbara, il più popoloso quartiere di Viterbo, almeno stando alle accorate parole del parroco don Claudio che, al termine della Messa, ha dato notizia dell’ennesimo furto perpetrato all’interno della chiesa dove, più furfanti, hanno portato via il contenitore delle offerte e, con queste, la possibilità di aiutare le tante persone bisognose che, tutti i giorni, contano sul sostegno elargito dagli stessi parrocchiani.

Più volte sono state elencate al Comune tutte le preoccupanti situazioni che interessano il quartiere di santa Barbara, con i suoi limiti, le inefficienze e le carenze che ne hanno fatto una parte della città praticamente abbandonata a se stessa, ma quello della “sicurezza” resta uno dei più complicati da risolvere, visto che, su questo vasto territorio, è più facile azzeccare un “terno al lotto” piuttosto che vedere una pattuglia di Vigili, Polizia o Carabinieri in giro per le strade per controllare e perseguire le azioni di una delinquenza che appare sempre più spregiudicata e che non si ferma neanche ai luoghi sacri come, in questo caso, la chiesa di santa Barbara.

Se, poi, parliamo di diminuzione dei furti, forse sarebbe il caso di ammettere che, a diminuire è solo la speranza dei cittadini che, pur se vittime di siffatti reati, non vanno più a denunciarli, consapevoli che la “depenalizzazione della pena” e la certezza che non si va più in galera, restano fattori determinanti sull’incremento della delinquenza.

Ci auguriamo, sig. Sindaco che, per il futuro, si riesca a garantire, non solo per santa Barbara ma per tutta la città, una presenza costante e attenta delle Forze dell’Ordine per prevenire almeno fatti di questo genere, nella speranza che il Governo centrale affronti seriamente il “capitolo sicurezza” in Italia, prima che la maggioranza dei cittadini si convinca sull’opportunità di munirsi di un’arma per difendere se stessi e le loro famiglie”.

Roberto Talotta (foto)
Direttivo Comunale di FondAzione per la Tuscia

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.