ACQUAPENDENTE – Comunità Montana Alta Tuscia Laziale e Società Cooperativa IdealService di Udine avviano finalmente il programma “tolleranza zero” in materia di rifiuti.

Durante il fine settimana è stata infatti chiusa definitivamente la piccola “isola ecologica” posizionata di fronte al campo di calcetto in erba sintetica. Seppur correttamente organizzata con piccoli ma fruibilissimi molok si era trasformata in una sorta di vera e propria “discarica a cielo aperto” come sottolinea il cittadino G.S quasi quotidiano frequentatore della stessa.

“Per motivi di miglior razionalizzazione a livello familiare dei rifiuti”, sottolinea lo stesso, “da alcuni mesi realizzo quotidianamente il doppio binario servizio raccolta porta a porta–isola ecologica. Recandomi quotidianamente a gettare nei molok una parte di vetro, lattine e carta per rendere più facile a mia madre con problemi di deambulazione la smistamento nei vari contenitori fornitrici dai nuovi gestori, ho potuto notare che da quando ha iniziato il servizio la Società friulana è aumentata esponenzialmente la maleducazione dei cittadini. Sono aumentati a dismisura i sacchi fuori dai molok contenenti una sorta di “macedonia rifiuti” e nel mese di luglio in contemporanea con i giorni più torridi di questa estate, cinque fette di melone dentro il cassonetto riservato alla carta. Aprendolo per gettare alcuni quotidiani, le ho notate circondate da mosche ed api. E solo per caso fortuito non sono stato punto. Seppur nella mia gestione del personale progetto rifiuti la chiusura mi creerà qualche disfunzione nel servizio che colmerò con l’utilizzazione dell’isola ecologica di fronte al cimitero, credo comunque che la decisione di chiusura sia stata ineccepibile e perfetta.

Una sorta di inizio “tolleranza zero” verso gli sporchi ed i maleducati che anche domenica mattina, proprio nell’isola ecologica di fronte al cimitero, hanno trovato nuovo territorio per posare sacchi maleodoranti. Contribuendo, purtroppo, a far crescere ancora maggiormente la consapevolezza nei gestori di valutare l’ipotesi di chiudere anche quella. Creando ulteriori disfunzioni a chi come me non trova sufficiente il porta ma richiede una seconda “valvola di sfogo mondezza” pratica, funzionale ma, soprattutto, pulita”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email