Il Consiglio dei giovani di Acquapendente ha organizzato durante il fine settimana un incontro con la Direzione dell’ITS Mita – Fondazione Istituto Tecnico Superiore Made in Italy Tuscany Academy.

L’’Istituto Tecnico Superiore dell’eccellenza nel made in Italy” è stato sottolineato, “ è una scuola speciale di tecnologia, parallela all’Università, nata nel 2010 per rispondere alla domanda di tecnici qualificati da parte di imprese del sistema moda, e in relazione alle priorità strategiche per lo sviluppo economico del Paese e dalla programmazione regionale. Persegue finalità di promozione della cultura tecnica e scientifica e il sostegno alle misure di sviluppo dell’economia e delle politiche attive del lavoro. MITA è l’unica Fondazione I.T.S. Toscana che opera nel campo della moda nata per dare alle imprese la possibilità di attingere a un patrimonio di giovani tecnici e offrire loro un’opportunità di lavoro, altamente qualificato, nel settore del “made in Italy”. M.I.T.A. opera nel comparto moda e agisce nella filiera a forte caratterizzazione pellettiera (Scandicci/Pisa), dove annovera competenze specifiche, provenienti dal distretto produttivo pisano-fiorentino, estese fino a Pistoia/Lucca, per la manifattura calzaturiera. MITA offre corsi tenuti da manager di imprese del settore moda e offre opportunità di stage presso aziende prestigiose, italiane ed internazionali. Lo scopo della Fondazione è:
–assicurare, con continuità, l’offerta di tecnici superiori a livello post-secondario che rispondano alla domanda proveniente dal settore del made in Italy, con particolare riferimento a quello della moda; –sostenere le misure per l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle piccole e medie imprese; –diffondere la cultura tecnica e scientifica e promuovere l’orientamento dei giovani e delle loro famiglie verso le professioni tecniche; –sostenere l’integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro; –stabilire organici rapporti con i fondi interprofessionali per la formazione continua dei lavoratori; –occuparsi della riconversione professionale dei lavoratori;
–progettare e gestire corsi professionali di alto apprendistato”.