ACQUAPENDENTE – A pochi giorni dalla seconda giornata del progetto “Scuola aperta” (Domenica 28 Gennaio dalle ore 15.00 alle ore 19.00), il Ministero della Pubblica Istruzione autorizza ufficialmente l’Istituto Omnicomprensivo “Leonardo Da Vinci” di Acquapendente ad attivare dall’anno scolastico 2018-2019 l’opzione Scienze Applicate.

“Non sarà una sperimentazione”, come sottolinea la Dirigente Luciana Billi, “ma una vera e propria partenza con la presenza di personale docente qualificato la cui serietà e competenza sono attestate da anni di esperienza”. Il nuovo profilo a cui potranno accedere sin dal primo anno tutti gli studenti che attualmente frequentano l’ultimo anno della scuola dell’obbligo, sarà indirizzato allo studio del nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica. Favorirà l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica, e delle scienze naturali. Guiderà lo studente ad approfondire e sviluppare le conoscenze e le abilità a maturare le competenze necessarie per seguire lo sviluppo delle ricerca scientifica, tecnologica e per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie, anche attraverso la pratica laboratoriale.

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, acquisiranno una formazione culturale equilibrata nei due versanti, linguistico-storico e filosofico-scientifico. Saranno in grado di cogliere i rapporti tra il pensiero scientifico e la riflessione filosofica, di comprendere le strutture portanti del procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica. Saranno utilizzati gli strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellazione e la risoluzione dei problemi. Raggiungeranno una conoscenza sicura dei contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali, anche attraverso l’uso sistematico del laboratorio. Saranno consapevoli delle ragioni che hanno prodotto lo sviluppo scientifico e tecnologico nel tempo, con particolare attenzione critica alle dimensioni tecnico applicative ed etichette delle conquiste scientifiche. Quattordici le discipline insegnate: lingua e letteratura italiana, lingua e cultura latina, lingua e letteratura straniera, storie e geografia, storia, filosofia, matematica, informatica, fisica, scienze naturali (biologia, chimica, scienza della terra), disegno e storia dell’arte, scienze motorie e sportive, Rc o attività alternative. Importantissimi e fondamentali, infine, i tre sbocchi professionali: prosecuzione degli studi all’Università per ogni tipo di facoltà, corsi post diploma, impiegati pubblica amministrazione e privati.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email