Sono stati sbloccati dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) 263 interventi in tutta Italia per la mitigazione del rischio geologico e la tutela delle risorse ambientali per un finanziamento complessivo di 315 milioni di euro, di cui oltre quattro milioni e mezzo di euro per opere in tredici comuni della Tuscia (Ischia di Castro, Bagnoregio, Arlena di Castro, Celleno, Cellere, Proceno, Onano, Villa San Giovanni in Tuscia, Grotte di Castro, Tessenano, Acquapendente, Latera e Lebriano). Sono opere che in alcuni casi sono in attesa da tempo, ma di fondamentale importanza per la messa in sicurezza dal rischio idrogeologico. Con grande soddisfazione, il finanziamento più consistente tra gli interventi previsti nel territorio, è quello in arrivo al Comune di Acquapendente: mezzo milione di Euro per stabilizzare la rupe di Trevinano. Lo sblocco di questi fondi è una vittoria del governo a vantaggio dei cittadini che per troppo tempo sono stati lasciati negli ultimi anni in balia della cattiva politica di governo, regione e provincia, tutti di area PD: ancora una volta la Lega di Matteo Salvini passa dalle parole ai fatti confermandosi vicina alle persone.

Commenta con il tuo account Facebook