In occasione della recente Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, questa mattina il sindaco di Bassano in Teverina Alessandro Romoli ha incontrato i bambini della scuola primaria e dell’infanzia Dante Alighieri davanti al monumento ai caduti in piazza della Libertà.

Un incontro, questo, fortemente voluto dal primo cittadino e dall’amministrazione comunale per spiegare ai più piccini il senso di questa importantissima commemorazione e per includerli in una manifestazione che nasce con l’obiettivo di unire trasversalmente le varie generazioni di italiani.

Presenti alla manifestazione consiglieri e assessori comunali, il parroco Don Alfredo di Napoli, rappresentanti della Protezione civile e tanti bambini con le loro maestre e i loro genitori.

“La parola patria –  ha ricordato il sindaco Romoli ai piccoli – non è una vecchia e inutile, ma indica un sentimento di legame con questa che è la terra dei nostri padri. Non dobbiamo mai dimenticarci di quanto importante sia stata l’unità d’Italia e il sacrificio di tanti giovani ragazzi”.

“Questo, cari ragazzi, vorrei rimanesse della giornata di oggi – ha concluso -. Onore ai nostri caduti, orgogliosi di essere italiani e custodi della nostra patria, rispettosi verso le forze armate e verso coloro che indossano una divisa impegnati per la nostra tutela”.