BASSANO ROMANO – Si è conclusa la prima edizione del corso “Addetto all’accoglienza turistica nel territorio di Bassano Romano”, organizzato dall’Assessorato al Turismo e alla Promozione del Territorio con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Lazio.

Tutti i partecipanti, cittadini bassanesi e non e guide turistiche della provincia viterbese che hanno espresso commenti favorevoli per l’intero percorso formativo a cui hanno potuto partecipare gratuitamente, hanno ricevuto anche gli attestati di frequenza. A consegnare i 36 attestati il Sindaco Emanuele Maggi e l’Assessore al Turismo Yuri Gori.

Dopo i primi incontri sulla storia di Bassano Romano, sui beni storici e architettonici presenti sul territorio, sulla Villa Giustiniani e sulla faggeta, il ciclo di seminari si è concluso con una visita guidata nel centro della Bassa Tuscia e al piano nobile di Palazzo Giustiniani, ricco di pregevoli affreschi del XVI e XVII secolo.

“E’ stato un percorso molto interessante – ha detto il primo cittadino Emanuele Maggi – che ha permesso di conoscere meglio il nostro territorio e le nostre bellezze e di scoprire alcune peculiarità. Riteniamo che lo sviluppo turistico deve passare anche attraverso questi processi di diffusione della storia locale. Le relazioni hanno anche confermato e esteso la consapevolezza delle potenzialità di Bassano Romano sotto il profilo turistico e della relativa accoglienza”.

“Il corso – commenta, invece, l’Assessore Yuri Gori – aveva l’obiettivo, innanzitutto, di diffondere la conoscenza del territorio, la cultura e la storia di Bassano Romano e riteniamo che i vari incontri sono riusciti a far emergere le potenzialità turistiche di Bassano Romano. Dall’altra parte, l’iniziativa vuole sensibilizzare all’accoglienza del turista, diffondendo le bellezze naturali, storiche ed artistiche del nostro territorio. La grande preparazione dei relatori, Rita Fabretti, Fiorella Proietti, Diego Stradelli e Dario Liberati, e la loro passione per la cultura locale hanno contribuito in maniera determinante a suscitare un notevole interesse tra i partecipanti. Ai relatori, appassionati cultori della storia di Bassano Romano, va il ringraziamento sincero dell’intera Amministrazione Comunale”.

Adesso l’appuntamento è con gli ultimi due incontri della seconda edizione del corso previsti per sabato 18 marzo con la relazione sulla faggeta bassanese di Dario Liberati e per sabato 25 marzo con la visita guidata nel paese.

Commenta con il tuo account Facebook