Si è conclusa con successo di pubblico la 59’ sagra dell’olivo un’importante occasione per lo sviluppo rurale ed economico di Canino.
Un appuntamento di rilievo che ha celebrato l’olio extravergine e dop di Canino e che ha permesso il coinvolgimento di associazioni, istituzioni e portatori di interesse locali.
L’amministrazione comunale si impegna ora a realizzare e coordinare l’iniziativa “ L’oro verde di Canino nella magia di Natale”.
Un programma a sostegno della valorizzazione culturale, sportiva, sociale ed economica della comunità indirizzato dal sindaco , previa deliberazione di giunta, alla Presidenza del Consiglio regionale già a luglio 2019 e che ha ottenuto il beneficio della Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio.
Si tratta di un contributo complessivo di euro 15000 di cui il 90% sostenuto dalla Regione Lazio ed il 10% dal comune di Canino.
Il format ha garantito la predisposizione di luminarie nelle vie principali del paese e consente un investimento visivo vintage con le riaperture dei locali del centro destinati al villaggio di Natale: la fabbrica dei giocattoli, la casa e posta di babbo natale, lo spazio del polo Nord ed il giardino degli Elfi a cura dell’adocast.
Le botteghe storiche potranno rivivere con l’artigianato tipico.
Il 14 dicembre alle ore 16,00 inaugurazione degli spazi e musica itinerante con Lesto funky street band e degustazione degli oli della strada dell’olio dop Canino e prodotti del paniere Alta tuscia presso la trattoria Gasperini in via Cavour.
L’ offerta enogastronomica sarà replicata anche il 15 e 21 dicembre.
Saranno assicurati degli spettacoli al teatro per le giornate del 21 e 22 dicembre ed iniziativa baby frog in calendario per sabato 21.
La finalità delle azioni è coerente con gli obiettivi dell’amministrazione comunale che punta attraverso il prodotto ed alimento ‘ olio’ a promuovere un turismo di qualità che condivide ambiente, agricoltura, storia con la narrazione dei luoghi , il buon cibo ed il benessere di vita.