Le limitazioni valgono fino al 30 di settembre, sono previste sanzioni da 50 a 500 euro

CAPRANICA – “A parziale modifica dell’ordinanza n. 29 del 5 giugno 2017, fino al 30 settembre 2017 è vietato utilizzare l’acqua distribuita dall’acquedotto comunale per il riempimento o per ricambiare acqua ad ogni tipo di piscina mobile o fissa, spazi ed aree private, automezzi con sistemi domestici, nonché ogni altro uso improprio che comportti prelievi anomali dall’acquedotto”.

Con specifica ordinanza il sindaco di Capranica ha disposto limitazioni all’uso dell’acqua, resta consentito dalle ore 00:00 alle ore 06:00 l’irrigazione di orti, innaffiatura di giardini e vasi ornamentali, il lavaggio di terrazzi, attingere da fontane pubbliche acqua con uno o più recipienti di capacita superiore a 30 (trenta) litri.

“Anche negli orari non soggetti a limitazione – il sindaco – raccomanda di non abusare delle risorse idriche, limitando allo stretto necessario il consumo di acqua”.

Sono esclusi dall’ordinanza gli innaffiamenti dei campi di calcio, i campi da tennis, i giardini e parchi di uso pubblico, qualora l’organizzazione del servizio non consenta l’innaffiamento notturno, i servizi pubblici di igiene pubblica e il lavaggio di automezzi da parte degli operatori professionali.

A carico dei trasgressori sarà applicata una sanzione amministrativa da €. 50,00 a €. 500,00, senza pregiudizio dell’azione penale.

Commenta con il tuo account Facebook