TARQUINIA – “Risale a domenica 3 dicembre l’ennesimo rinvenimento di uno scempio ambientale, l’ennesimo insulto al nostro patrimonio culturale: é davvero troppo! Basta abbandono dei rifiuti nell’area della Necropoli Etrusca dei Monterozzi!”.

Con queste parole Alessio Gambetti, al grido #bastainciviltà, ha denunciato l’ennesima discarica abusiva rinvenuta nella culla della civiltà etrusca, un luogo riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità che la gente incivile continua imperterrita ad oltraggiare nell’indifferenza e nell’immobilismo dei soggetti competenti.

Dichiara Gambetti: “Sono ormai anni che denuncio simili scempi, diffusi purtroppo a macchia di leopardo sul territorio tarquiniese, e con sgomento sto appurando che la situazione nel tempo è andata peggiorando. Tali gesti incivili stanno violentando l’area della Monterozzi, il cui riconoscimento come Sito d’importanza Comunitario non sembra conferirle la tutela che meriterebbe”.

Deciso più che mai, continua Gambetti: “Con il gruppo Tarquinia nel Cuore daremo battaglia a questa che ormai è diventata una piaga: daremo vita ad iniziative di sensibilizzazione contro la scellerata pratica dell’abbandono dei rifiuti ed eventi di retake; tutto questo, continuando a sollecitare i Soggetti Competenti ad intervenire sul serio, con azioni concrete: il nostro ambiente é la nostra casa, e non possiamo esimerci dal tutelarlo e dal salvaguardarlo! Voltarci dall’altra parte ed ignorare il fenomeno ci rende complici: è davvero giunta l’ora di dire #BASTAINCIVILTA’!”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email