In occasione del Sacro Fuoco a Bagnaia, il programma prevedeva l’esibizione di una Band romana, gli Inna Cantina Sound, a seguito dell’accensione del sacro fuoco.

Sono gli stessi componenti della Band Inna Cantina Sound, attraverso la loro pagina Facebook, a denunciare quanto segue.

Gli Inna Cantina Sound, chiamati ad esibirsi per l’occasione, denunciano che, dopo l’esibizione, -che sono gli stessi musicisti a definire “un bellissimo concerto”-, intorno alle 2 di notte, intenti i componenti a riordinare gli strumenti, sarebbe stati accerchiati “e insultati per i versi delle loro canzoni da un gruppo fascista e uno dei componenti è finito in pronto soccorso”.

La band, alla luce delle offese e degli insulti ricevuti, ritiene di poter rinvenire in questa aggressione, verbale e fisica, un movente politico.

Le parole di denuncia della Band, -che lasciamo di seguito-, sono altresì rivolte a difesa della libertà di opinione, nel caso di specie manifestatasi attraverso testi di canzoni, e porgono ringraziamenti “a tutte le persone che hanno ballato e cantato con noi e che inviano messaggi di solidarietà, gente di cuore”.

Dalla Pagina Facebook della Band:

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email