I Carabinieri della Stazione di Canino sono intervenuti, su richiesta di un cittadino pakistano, residente in quel Comune, al quale poco prima era stato sottratto il telefono cellulare da parte di due giovani stranieri. I fatti sono accaduti nelle ore serali: mentre uno dei due lo tratteneva per il giubbotto, strattonandolo, l’altro gli ha asportato il telefono cellulare.

L’immediato intervento dei militari ha consentito di rintracciare poco dopo i due autori, grazie anche alla descrizione delle caratteristiche fisiche/somatiche e degli indumenti indossati dai due soggetti. Il telefono cellulare è stato recuperato ed i due tratti in arresto per rapina in concorso. Si tratta di cittadini marocchini, di 34 e 21 anni, anch’essi domiciliati a Canino.

Attualmente si trovano, su disposizione dell’A.G., agli arresti domiciliari, in attesa di essere condotti, nella mattinata di venerdì 22 ottobre, presso il tribunale di Viterbo per il giudizio direttissimo.